Serie B | Gol ed emozioni, al "Curi" è spettacolo totale: il Grifo batte il Brescia 3-2

I biancorossi chiudono la striscia negativa con un successo rocambolesco, arrivato in rimonta grazie alle reti di Mustacchio e dell'ex Lucchese Forte

Ormai lo abbiamo capito, il 2017 regala solo partite incredibili al “Curi”. Il Perugia cancella la striscia negativa di cinque gare senza successi andando a vincere per 3-2 contro il Brescia al termine di un incontro rocambolesco, in cui tanti singoli episodi hanno fatto la differenza. Una vittoria che, va detto fin da subito, è stata meritata, anche se le amnesie difensive palesate anche oggi dal Grifo lasciano qualche piccola perplessità.

Le formazioni – Bucchi conferma nove titolari su undici rispetto alla gara di Bari. Le uniche novità sono Monaco al posto dello sfortunato Mancini e il ritorno dal primo minuto di capitan Del Prete, con Belmonte che si accomoda in panchina. Tridente d’attacco che rimane immutato con Guberti sulla sinistra, Mustacchio dal lato opposto e Forte centravanti. Brocchi risponde con un 3-4-1-2 schierando dall’inizio il neo acquisto Blanchard in difesa e l’ex Lazio Mauri dietro alla coppia Caracciolo-Bonazzoli. In campo anche Dimitri Bisoli, figlio dell’ex tecnico del Grifo.

Primo tempo – Minuti iniziali decisamente favorevoli alla squadra di Bucchi che fallisce almeno tre nitide chance per passare in vantaggio: al 2’ Brighi gira sul fondo un bel cross di Di Chiara e 2 minuti più tardi Mustacchio si invola verso la porta avversaria, potrebbe servire Guberti tutto solo al centro dell’area ma preferisce calciare e Arcari fa il miracolo in uscita. I biancorossi sono un fiume in piena, al 19’ destro magico di Ricci da fuori area che costringe il portiere delle rondinelle a un altro grande intervento. E un minuto dopo Mustacchio fallisce un’altra opportunità con un diagonale radente che sfiora il palo destro della porta bresciana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sembra una maledizione, ma il Perugia pesca finalmente il jolly: 21’, bella azione corale del Grifo e Del Prete che va al cross dalla trequarti trovando in area Forte, girata di testa e gol. Seconda rete in tre partite per il centravanti ex Lucchese e biancorossi avanti. Il Perugia in versione casalinga, però, fa acqua da tutte le parti in difesa e il Brescia ne approfitta immediatamente: al 35’ cross dalla sinistra sugli sviluppi di un calcio di punizione, Blanchard, salito in area di rigore, tocca in maniera involontaria e rocambolesca il pallone dopo il liscio aereo di Monaco e favorisce Caracciolo che batte Brignoli. Al primo tiro in porta i lombardi trovano il pareggio. Il Grifo si rigetta in avanti, Guberti in orizzontale, Dezi fa il velo e Del Prete prova una rasoiata che non centra il bersaglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Battuta di pesca illegale nelle acque del Trasimeno: sorpresi con 150 chili di carpe e multati per 4mila euro

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

  • Coronavirus, bollettino Umbria del 5 aprile: su 550 tamponi 29 contagiati, 300 tra guariti e quelli senza più sintomi

  • Coronavirus, bollettino regionale dell'Umbria del 4 aprile: sale il numero dei guariti, diminuiscono pazienti in terapia intensiva

Torna su
PerugiaToday è in caricamento