Serie B, la tempesta Perugia si abbatte su Avellino: 5-0, tripletta magnifica di Di Carmine

Partita perfetta del Grifo che dilaga al Partenio: giornata stupenda per la punta biancorossa che ne fa tre. Arrotondano il risultato un autogol di Laverone e la prima rete di Terrani in B

I timori della vigilia spazzati via in 90 minuti. Un Perugia perfetto dilaga 5-0 ad Avellino: giornata straordinaria di Di Carmine, che segna la sua prima tripletta in carriera, e per il resto della squadra, capace di sopperire senza alcuna fatica all’assenza di quattro dei cinque difensori centrali disponibili in rosa (Monaco, Volta, Belmonte e Mancini), oltre a quella dell’esperto Brighi a metà campo. Cinismo e spirito di sacrificio, una lezione a Novellino e ad una squadra che non perdeva in campionato dal dicembre 2016.

Le formazioni – Bucchi sceglie il 3-4-2-1 per fare fronte alle tante assenze difensive: l’inedito trio difensivo è formato dal debuttante Dossena e da due terzini, Del Prete e Di Chiara. Sugli esterni ci sono Fazzi a sinistra e Mustacchio a destra; Gnahore e  Acampora in mediana con Dezi e Guberti a sostegno di Di Carmine.  Novellino opta invece per un 4-4-1-1 con Verde a ridosso del grande ex di giornata Matteo Ardemagni.

Primo tempo – Avvio a ritmi alti con il debuttante Dossena che rischia subito qualcosa al 1’ minuto di gara: tocco di mano al limite dell’area su cross di Belloni, l’arbitro lo grazia e concede solo il corner. Il Perugia prende le misure agli irpini e comincia a spingere con Fazzi e Mustacchio sulle due fasce. Da una di queste sortite arriva il vantaggio biancorosso: Mustacchio serve in area Di Carmine, la punta tiene a distanza Jidayi e si gira in un fazzoletto di campo fulminando Radunovic sul primo palo.

LE PAGELLE DEI GRIFONI

I Lupi cercano di alzare il baricentro ma si espongo alle ripartenze del Grifo che al 18’ falliscono un buon contropiede: Acampora dentro per Di Carmine, la punta appoggia su Gnahorè che non riesce a calciare. L’unica vera chance del primo tempo campano arriva al 27’: Laverone dalla sinistra, traversone insidioso sfiorato da Ardemagni e Brignoli si allunga per arpionare il pallone con la mano. Il Perugia si rifà avanti, gioca bene e al 38’ arriva il raddoppio: solita sgroppata di Mustacchio, cross basso e tagliato che sorprende i centrali irpini ma non Di Carmine, lesto ad appoggiare in rete il 2-0. Biancorossi che chiudono la prima frazione sopra di due reti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Schianto tra una moto e una bicicletta: ciclista muore in ospedale

Torna su
PerugiaToday è in caricamento