menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Grifo aspetta la Cremonese in silenzio. Intanto Benzar lascia il ritiro, saluta tutti e se ne va

Alla vigilia del delicato scontro salvezza contro la Cremonese al 'Curi' salta la tradizionale conferenza di Cosmi, mentre il presidente Santopadre 'arringa' la squadra sul campo e il rumeno dà l'addio "per motivi personali"

Vigilia di silenzio a Roccaporena per il Perugia, in ritiro da martedì dopo l'ultima pesante sconfitta di Cosenza che ha fatto scivolare il Grifo in zona playout e trasformato la gara di domani (ore 21) al Curi contro la Cremonese degli ex (il tecnico Bisoli, Parigini, Crescenzi, Gustafson e Kingsley) in una vera e propria sfida per la sopravvivenza. È stata infatti annullata la tradizionale conferenza di Serse Cosmi che in questi giorni di 'clausura' ha cercato di ridare anima e spirito a una squadra parsa vuota e scarica nell'ultimo match in Calabria.

Incubo C per il Grifo, adesso Perugia ha paura: rabbia, delusione e sarcasmo sui social

Ad 'arringare' i grifoni ci ha pensato poi anche Massimiliano Santopadre, che ha voluto tenere un discorso in mezzo al campo mentre nel pomeriggio la società ha comunicato l'addio dell'esterno Romario Benzar, che "in accordo con il club biancorosso - come si lege sul sito del Perugia - ha lasciato il ritiro di Roccaporena per motivi personali. Benzar non sarà più a disposizione della prima squadra fino al termine della stagione sportiva". Dopo Greco che si è svincolato al 30 giugno e Barone infortunato, Cosmi perde così anche il terzo 'rinforzo' di gennaio (ilterzino rumeno era arrivato in prestito dal Lecce): della campagna di 'riparazione' resta così solo il difensore Rajkovic, che contro la Cremonese rischia però di finire in panchina dopo la deludente prestazione di Cosenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento