Volley - Superlega, Solè spinge la Sir Safety Conad Perugia: "Ora sotto con Cisterna"

Il centrale bianconero carica dopo il blitz di Verona e in vista della sfida di mercoledì (14 ottobre) al PalaBarton: "C'è poco tempo per prepararla, ma non dobbiamo fermarci"

La Sir Safety Conad Perugia si gode la vetta nella classifica della Superlega di Volley, mantenuta grazie al blitz di domenica a Verona. Un successo arrivato dopo un’ora e mezza di gioco sempre molto equilibrato, più di quanto non dica il 3-0 finale in favore dei bianconeri che tra due giorni torneranno in campo al PalaBarton contro Cisterna (mercoledì 14 ottobre, ore 20.40 con diretta sui Rai Sport). Un risultato molto importante quello ottenuto in terra scaligera per coach Heynen e i suoi ragazzi, che hanno saputo far fronte a un avversario agguerrito e di qualità con le loro consuete armi tecniche e con una prova temperamentale di grande sostanza. Risultato che tiene Perugia in vetta alla classifica.

“È stata la partita che ci aspettavamo, difficile - spiega a 'mente fredda' Sebastian Solè -. Loro erano in forma e belli carichi, noi nei primi due set siamo stati però sempre sul pezzo, combattendo e portandoli a casa con delle belle giocate. Nel terzo abbiamo avuto un calo per certi versi fisiologico, cosa su cui dobbiamo certamente migliorare, mentre loro hanno alzato il livello in particolare con Kaziyski. Poi alla fine ci ha pensato il nostro bomber…”.

Già, perché sul 23-20 del terzo parziale, in battuta è andato Leon. E non è più uscito dai nove metri.
“Cosa ho pensato con Leo (Leon, ndr) in battuta sul 23-20? Ero convinto che avrebbe fatto qualcosa di importante - - rivela il centrale bianconero -, ma onestamente mi stavo anche preparando per il quarto set. Abbiamo visto tutti quello che ha fatto, ha lavorato per la squadra, ha fatto una serie al servizio che ci ha portato alla vittoria e ha dimostrato quanto è forte. Gli faccio i complimenti!”.

Per Solè, ex di turno dell'ultima sfida, un pregara particolare con l’applauso sincero e molto bello del pubblico di Verona. “Ho vissuto due anni lì e sono stato veramente bene. Ho potuto conoscere tante belle persone ed una città fantastica. Infatti ero contento e anche un po’ ansioso ieri prima della partita”. E adesso sotto con Cisterna: “In vista di mercoledì dobbiamo solo pensare a come vincere - conclude Solè -. Anche a migliorare naturalmente, ma adesso si fa fatica perché con i tempi siamo stretti. Sappiamo che dobbiamo migliorare, ma in questa fase, con partite ogni tre giorni, bisogna anche recuperare e credo sia importante tenere questo livello di gioco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento