Sport

Civitanova-Perugia, Atanasijevic non vuole che sia l'ultima: "Prendiamoci la bella"

Sotto 2-1 nella serie della finale scudetto di Volley, la Sir è obbligata a vincere domani (24 aprile) la gara 4 nelle Marche. Il capitano, che lascerà il club a fine stagione, carica i compagni

Nel suo cuore Aleksandar Atanasijevic spera che quella di domani a Civitanova non sia la sua ultima partita con la maglia della Sir Safety Perugia. Sotto 2-1 nella serie scudetto contro Civitanova, domani (sabato 24 aprile) nella gara 4 della finale playoff della Superlega di Volley (ancora a porte chiuse per l'emergenza coronavirus) i bianconeri saranno obbligati a vincere per poi andarsi a giocare il titolo nella 'bella' al PalaBarton. E a suonare la carica è proprio il capitano, che ha già annunciato il suo addio a fine stagione ma nel frattempo è tornato protagonista in campo dopo l'esonero di coach Vital Heynen e la 'promozione' del vice Carmine Fontana. 

Civitanova-Perugia: probabili formazioni e dove seguire in diretta gara 4

“Nei playoff non conta il risultato, vincere 3-0 o 3-2, è importante solo vincere - dice il capitano alla vigilia della sfida in terra marchigiana -. Sabato non ci sarà un domani, bisognerà dare tutto e tirare fuori tutte le ultime energie rimaste dopo una stagione lunghissima. Dovremo spingere in battuta, fare bene in attacco e difendere tanto. Sono fiducioso, la squadra ha sempre reagito bene dopo una sconfitta, seppur netta come quella di gara 3. Dobbiamo andare a testa alta ed essere positivi perché possiamo portare la serie alla bella”.

Atanasijevic vince anche quando perde: premio speciale per il capitano della Sir

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civitanova-Perugia, Atanasijevic non vuole che sia l'ultima: "Prendiamoci la bella"

PerugiaToday è in caricamento