Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Sir Safety Perugia, l'allarme di Heynen: "Un mese per tornare al top, ora c'è da limitare i danni"

Al rientro dopo tre rinvii causa Covid, i bianconeri hanno incassato il primo stop in Superlega sul campo di Monza. E mercoledì c'è il recupero in casa di Milano: "Cinque partite in due settimane sono una grande sfida"

Le scorie del Covid si sono fatte sentire per la Sir Safety Conad Perugia, che dopo i tre rinvii causati dalle diverse positività riscontrate nel roster, è tornata ieri in campo a Monza dove ha perso 3-0 e non è così riuscita ad approfittare della sconfitta della rivale Civitanova contro Vibo Valentia. È il primo stop per la squadra di coach Heynen, che aveva iniziato la Superlega con 7 vittorie in altrettante partite. La comitiva bianconera intanto è rimasta a Monza, dove preparerà il recupero dell'ottava giornata sul parquet dell'Allianz Milano in programma mercoledì pomeriggio (martedì sera poi si sposteranno nel capoluogo lombardo).

VIDEO Covid, allenamenti 'agresti' per la Sir: Ricci intervistato dai 7Cervelli

“Non è piacevole rientrare a giocare e perdere 3-0 - afferma l’allenatore belga nel 'day after' -. Lo avevo detto all’inizio della stagione che il Covid quest’anno avrebbe giocato un ruolo importante e così è stato per noi. Ieri Monza è stata chiaramente migliore di noi, senza alcuna discussione. A noi è mancato ritmo, abbiamo commesso tanti errori, sembrava un po’ come se fosse la nostra prima partita della preparazione ed in realtà era un po’ così, avendo fatto appena 3-4 allenamenti insieme. Si tratta di problematiche normali per la nostra situazione attuale, ma non posso certo dire che questa situazione mi piaccia. Durante la partita ho cercato qualche soluzione, ma ieri ha vinto la logica delle cose. Abbiamo bisogno di almeno un mese per riprendere, il ritmo non torna in due giorni. Adesso dobbiamo ritrovare man mano i nostri automatismi e limitare i danni. Dobbiamo giocare cinque partite in due settimane, è una sfida incredibilmente grande”.

Volley Superlega, Monza-Perugia 3-0: le immagini della partita

Della partita di Monza ha parlato anche Massimo Colaci: “Era importantissimo tornare a giocare - spiega il libero bianconero -. Abbiamo fatto quasi un mese senza scendere in campo, era importante toccare la palla, riabituarsi ai colori del taraflex, tutte cose che ci sono mancate tanto. Dispiace per la sconfitta perché, anche in questo momento così complicato, volevamo vincere pur consapevoli delle difficoltà che avevamo. Ora bisogna semplicemente allenarsi e lavorare. Prima dell’interruzione avevamo raggiunto un rendimento già eccellente, stavamo giocando ad alti livelli, adesso è un po’ come giocare il 7-8 agosto all’inizio della preparazione. Io personalmente vengo da un mese di stop ed è normale non essere brillanti. Ma si torna in palestra, ci si allena e si va avanti. La nostra è una squadra molto unita, ci puntavamo anche ieri, sapendo che a livello tecnico e fisico avremmo avuto delle difficoltà. E infatti in campo ci siamo aiutati tanto l’uno con l’altro. Poi ci è evidentemente mancato qualcosa, loro come condizione sono avanti, ma la voglia di aiutarsi questa squadra l’ha sempre avuta e - assicura Colaci - ce l’avrà ancora di più in futuro”.


IL TABELLINO:

Monza-Perugia 3-0 (25-20, 25-21, 25-22)

VERO VOLLEY: Orduna 2, Lagumdzija 14, Galassi 15, Holt 4, Lanza 10, Dzavoronok 12, Federici (libero), Beretta. N.e.: Falgari, Calligaro, Sedlacek, Brunetti (libero), Ramirez Pita, Davyskiba. All. Eccheli, vice all. Ambrosio.

SIR SAFETY CONAD: Zimmermann, Ter Horst 6, Ricci 3, Russo 7, Leon 14, Plotnytskyi 10, Colaci (libero), Piccinelli, Solè 1, Atanasijevic 4, Vernon-Evans. N.e.: Sossenheimer. All. Heynen, vice all Fontana.

ARBITRI: Daniele Rapisarda - Armando Simbari

LE CIFRE - Monza: 10 b.s., 7 ace, 47% ric. pos., 27% ric. prf., 56% att., 8 muri. Perugia: 13 b.s., 2 ace, 45% ric. pos., 20% ric. prf., 52% att., 5 muri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sir Safety Perugia, l'allarme di Heynen: "Un mese per tornare al top, ora c'è da limitare i danni"

PerugiaToday è in caricamento