menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volley, la Sir Safety Perugia punta Modena con Atanasijevic. E c'è la diretta tv in chiaro

La squadra di coach Heynen, capolista della Superlega, recupera il suo asso e suda in vista della trasferta di domenica (24 gennaio): la sfida sarà trasmessa da Rai Sport

Dopo aver reagito alla sconfitta con Trento espugnando Ravenna e poi battendo Milano, la Sir Safety capolista fa rotta su Modena dove domenica (24 gennaio, ore 18 con diretta tv in chiaro su Rai Sport) affronterà la Leo Shoes settima in classifica nella nona giornata di di ritorno della Superlega di Volley. Due successi che hanno permesso agli umbri di portarsi a +6 su Civitanova, che come gli emiliani prossimi avversari hanno però una gara in meno che recupereranno oggi (i marchigiani contro Monza alle 17 e Milano-Modena alle 18).

I 'Block Devils' restano alla finestra e intanto proseguono a ritmi serrati la preparazione alla prossima sfida contro la squadra di coach Andrea Giani. In questi giorni il tecnico bianconero Vital Heynen che sta facendo mettere benzina nel serbatoio ai ragazzi sotto il profilo fisico e che sta spingendo molto sul lavoro di 'sei contro sei' per oliare al meglio i meccanismi di squadra in alcune specifiche situazioni di gioco. Con Atanasijevic rientrato in organico e con Russo che ha ricominciato a svolgere gradualmente lavoro tecnico, il tecnico belga può disporre di quasi tutta la rosa e questo permette di tenere in corda ogni reparto in vista del vero e proprio tour de force che attende Perugia nelle prossime tre settimane, nelle quali i 'Block Devils' si giocheranno il finale di regular season per difendere il primo posto, la Final Eight della Del Monte Coppa Italia e l’accesso ai quarti di finale di Champions League. Il tutto da domenica 24 gennaio a giovedì 11 febbraio.

L’attenzione dei bianconeri è però ora focalizzata solo sul match di domenica al PalaPanini, crocevia importante per la corsa al primo posto in classifica. La Leo Shoes Modena è infatti una delle squadre più in forma del momento, ha trovato in campo la quadra giusta e sta esprimendo un gioco brillante e redditizio, grazie al lavoro fatto in palestra e alla crescita dei tanti campioni in organico. Ne è stata dimostrazione l’ultima uscita in ordine di tempo della Leo Shoes che, sul difficilissimo campo di Civitanova, ha espresso un livello di pallavolo importante, mettendo a più riprese in difficoltà la Lube ed uscendo sconfitta solo a tie break dopo oltre due ore di gioco.

I perni del sestetto di Modena sono certamente il libero francese Grebennikov, un vero e proprio fenomeno in seconda linea capace di far sembrare semplici difese al limite dell’impossibile, ed il regista americano Christenson, capitano e guida della squadra, atleta di elevato spessore tecnico e temperamentale. In grande condizione l’opposto Vettori, sempre più al centro del gioco d’attacco della formazione di Giani, due sicurezze al centro il serbo di passaporto sportivo italiano Stankovic e Daniele Mazzone, autore finora di un’ottima stagione (domenica a Civitanova 14 punti con il 71% in attacco). Difficile invece stabilire gerarchie in posto quattro. Ultimamente Giani si sta affidando con sempre maggiore continuità all’esperienza ed ai colpi d’attacco dell’ex bianconero Petric ed alla freschezza unita alle qualità tecniche in ogni zona del campo del golden boy azzurro Lavia con il tedesco Karlitzek che parte dalla panchina, ma che rappresenta molto più di un’alternativa. Attenzione, restando alla panchina, anche alle sortite in campo dei classe 2001 Porro e Rinaldi, altri due dal presente già importante e dal futuro assicurato. 

Equilibrio è la parola d’ordine nella metà campo di Modena, squadra che ha buoni numeri in tutti i fondamentali. Il servizio è un’arma importante con tutti e sei i giocatori che battono salto spin (attenzione in particolare ai turni di Christenson, Vettori e Karlitzek), la correlazione muro-difesa lo è altrettanto (grazie soprattutto ai tantissimi palloni tenuti in vita da Grebennikov in particolare, ma anche da Lavia e lo stesso Christenson), mentre in attacco il gioco centrale di primo tempo e pipe è molto utilizzato al pari della distribuzione in posto due con Vettori. Aggressività al servizio e fase break ordinata dovranno essere la chiavi per Perugia al pari della componente mentale e motivazionale e della capacità di saper soffrire e di resistere ai momenti di difficoltà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento