menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vis Pesaro-Perugia 0-1: il Grifo cala il poker con Kouan e soffia sul collo del Padova

Un gol dell'ivoriano regala il quarto successo di fila alla squadra di Caserta, che mette pressione alla capolista impegnata nello scontro diretto sul campo del Sudtirol

Missione compiuta per il Perugia, che nell'anticipo domenicale della 26ª giornata del girone B della Serie C passa sul campo della Vis Pesaro trovando la quarta vittoria di fila (la settimana nelle ultime otto gare utili consecutive). È un gol segnato al 25' del primo tempo da Kouan a regalare tre punti preziosi al Grifo, ora a -5 dalla vetta ma con due gare da recuperare (quelle di Cesena e Fermana rinviate una per Covid e l'altra a causa della neve tra le polemiche).

Serie C, girone B: il Padova frena con il Sudtirol, il Perugia 'vede' la vetta

LE SCELTE - Il tecnico Fabio Caserta si affida a una mini 'rivoluzione', con quattro cambi tra i titolari rispetto alla squadra che ha battuto 4-0 il Fano al Curi nel turno infrasettimanale: in difesa dentro Negro a fare le veci dello squalificato Sgarbi e Crialese a sinistra al posto di Crialese, mentre in mediana il tecnico rilancia Moscati in regia e si affida a Di Noia dal primo minuto (confermato Kouan, partono invece dalla panchina Burrai e Sounas). Tutto confermato invece davanti, con Falzerano ed Elia a supporto di Bianchimano e il recuperato Vano in panchina con Murano e Minesso (squalificato invece Melchiorri). Sull'altro fronte il tecnico di casa Daniele Di Donato si affida a un 3-5-2 con la coppia Marchi-Germinale in attacco. Un minuto di silenzio per commemorare l'ex difensore della Nazionale (oltre che di INter, Bologna, Napoli e Pistoiese) Mauro Bellugi, scomparso ieri a 71 anni dopo che qualche settimana fa gli erano state amputatele gambe per delle complicazioni seguite alla sua positività al Covid, e poi si parte.

Vis Pesaro-Perugia 0-1, le 'mosse' di Caserta: "Con un Grifo così è facile scegliere"

AVVIO LENTO - La compattezza dello schieramento marchigiano regge bene in avvio contro un Grifo che prende subito il comando delle operazioni e tiene praticamente sempre il pallone, ma trotta a ritmi bassi e non trova spazi tra le maglie avversarie. Moscati è una diga messa lì anche per arginare i tentativi di ripartenza ospite (solo ordinaria amministrazione per Fulignati nel primo tempo), ma non ha nelle corde le imbucate di Burrai e l'arma da sfruttare sono allora i cross. Il binario più sfruttato è quello di destra e dopo un traversone prolungato da Brignano al 14' è Bianchimano a calciare al volo col sinistro da buona posizione senza però inquadrare la porta.

KOUAN GRAFFIA - Va diversamente invece al 26', quando a crossare è Moscati e a prolungare involontariamente di testa ancora Brignani, ma sul secondo palo sbuca invece un Kouan (fin lì in ombra e anche ammonito per un fallo evitabile a metà campo): colpo di testa a porta vuota e Grifo in vantaggio. La Vis Pesaro prova a reagire ma non riesce a graffiare un Perugia che prima del riposo (42') sfiora invece il raddoppio con lo stesso copione: cross dalla destra di Elia e 'incornata' di Kouan, che tutto solo al centro dell'area stavolta non trova però lo specchio.

Vis Pesaro-Perugia 0-1, Kouan ride sotto i baffi: "Non dovevo neanche giocare..."

DI NOIA MANCA IL KO - Nella ripresa c'è subito Benedetti al posto di D'Eramo in una Vis Pesaro decisa a tornare a galla ma graziata incredibilmente dal Perugia, che in avvio manca il colpo del ko due volte con Di Noia: prima un sinistro che non inquadra la porta lasciata vuota da Ndiaye, uscito per anticipare di testa Bianchimano (43'), subito dopo un altra conclusione mancino con la palla che si stampa sul palo.

FULIGNATI C'È - Uno 'spreco' che rischia di costare caro al Perugia, che dopo uno slalom in area senza esito di Falzerano (12') inizia ad accontentarsi di gestire il vantaggio minimo e viene salvato due volte da Fulignati: il portiere è bravo a sbarrare la strada al nuovo entrato via a Cannavò, sgusciato via a Negro (23') e poi al 35', quando si oppone in tuffo a un destro al volo di Marchi. Caserta cerca nuove energie dalla panchina operando tutti i cambi e nel finale getta nella mischia anche Burrai, a cui chiede di tenere palla e conservare tre punti pesantissimi per la classifica del Grifo.

Leggi la cronaca 'live'

Vis Pesaro-Perugia 0-1

IL TABELLINO: 

VIS PESARO (3-5-2): Ndiaye; Di Sabatino, Ferrani, Brignani; Carissoni (30 st Nava), D'Eramo (1' st Benedetti), Gelonese, Di Paola, Giraudo (36' st Tessiore); Marchi, Germinale (8' st Cannavò). A disp.: Bertinato, Bastianello, Di Sabatino, Pannitteri, Ejjaki, Tassi. All. Daniele Di Donato

PERUGIA (4-3-3): Fulignati, Cancellotti, Negro, Angella, Crialese; Kouan, Moscati (25' st Vanbaleghem), Di Noia (40' st Burrai); Elia (25' st Murano), Fazlerano (40' st Minesso); Bianchimano (34' st Vano). A disp.: Bocci, Minelli, Rosi, Favalli, Monaco, Sounas, Lunghi. All. Fabio Caserta

ARBITRO: Marco Ricci di Firenze

MARCATORI: 25' pt Kouan (P)

NOTE: Ammoniti: Carissoni, Di Sabatino, Marchi (VP); Kouan, Di Paola (P)

Continua a leggere >>>

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento