menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia-Padova 3-0: è un Grifo da perdere la testa, agganciata la vetta

Nonostante l'emergenza dovuta al Covid e agli infortuni, la squadra di Caserta cala il tris: gol di Sgarbi e doppietta di Bianchimano, raggiunti i veneti primi della classe

Nonostante l'emergenza dovuta al Covid e agli infortuni, il Perugia cala il tris al Curi contro il Padova nel big-match della decima giornata del girone B di Serie C (slittato in notturna in attesa del risultato degli ultimi tamponi perugini) e lo aggancia in vetta alla classifica. Dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa sale in cattedra Melchiorri a illuminare un Grifo che stende gli avversari con un gol di Sgarbi su azione da corner (55') e una doppietta di Bianchimano, a segno prima in tap-in (69') e poi su rigore (86').

Perugia-Padova 3-0: le pagelle del Grifo

LE SCELTE - Diverse le assenze per il tecnico Fabio Caserta: oltre ai non convocati Negro, Crialese, Kouan, Elia e Minesso manca anche Konate, mentre Angella torna titolare in difesa tra Sgarbi e Monaco e Burrai inizia dalla panchina come l'acciaccato Murano. Davanti al suo posto, nel confermato 3-5-2, c'è Bianchimano a fare tandem con Melchiorri mentre la mediana viene confermata in blocco (con Sounas e Dragomir ai lati di Moscati) e sulle fasce tocca a capitan Rosi (preferito a Cancellotti sulla destra) e a Favalli. Sull'altro fronte il tecnico dei veneti Andrea Mandorlini sceglie un 3-5-2 speculare a quello del Grifo - mostrando di temerlo - con Nicastro titolare in attacco (parte invece dalla panchina l'altro ex grifone Paponi).

Perugia-Padova 3-0, Caserta orgoglioso: "Grifo perfetto. E Dragomir..."

PARTITA A 'SCACCHI' - La prima parte di gara è equilibrata, complice anche la scelta tattica del tecnico ospite. Pochissime le occasioni da gol, che sono comunque tutte biancorosse: la prima al 3' quando Bianchimano trova la verticalizzazione per Melchiorri, murato poi in area da Pelagatti, poco dopo con Moscati che chiama Vannucchi alla parata direttamente su punizione (12'). E quando i veneti provano ad affacciarsi in avanti la difesa del Grifo - nuovamente guidata da Angella - chiude ogni varco, come al 18' quando è provvidenziale la diagonale di Monaco ad anticipare l'ex grifone Nicastro. Il Padova pian piano prende campo ma è ancora il Perugia a spaventare gli avversari: alla mezz'ora Melchiorri dal limite decide di non calciare ma non trova l'assist per Murano, mentre al 43' Bianchimano è bravo a rientrare sul sinistro per il rasoterra dal limite ma trova la parata di Vannucchi. Ultimo brivido, nel minuto di recupero: un destro al volo dalla distanza da parte di Melchiorri su cui il portiere ospite se la cava in due tempi.

Serie C, girone B: risultati della 10ª giornata, classifica e prossimo turno

IL CANTO DEL 'CIGNO' - La ripresa inizia senza cambi e il Padova parte forte, schiacciando il Grifo in difesa. Caserta urla a bordo campo e a prendere la squadra per mano ci pensa Melchiorri: il 'Cigno di Treia' prima si prende un'ammonizione per andare a sostenere un Favalli in difficoltà sulla sinistra con lo scatenato Germano, poi ruba palla a Curcio sulla destra e si libera con un solo dribbling di Gasbarro e Hallfredsson, trovando infine la deviazione in corner di Saber. E proprio sull'angolo arriva il gol del vantaggio: 'spizzata' di Rosi e palla a Melchiorri, che sbaglia tiro trovando però un assist involontario per Sgarbi che di tacco sorprende Vannucchi e insacca (55'). Ora la partita è sui binari voluti da Caserta, che chiede ai suoi di sfruttare le fasce e gli spazi concessi da un Padova costretto a scoprirsi di più.

Coronavirus, a poche ore da Perugia-Padova c'è un altro grifone positivo

TRIS SERVITO - E dopo lo spunto di Bianchimano al 17' (palla rubata a Gasbarro ma assist sbagliato per Sounas a centro area) e la splendida ripartenza corale conclusa con un destro 'strozzato' da Moscati (67'), al terzo tentativo arriva il raddoppio: ancora Melchiorri recupera palla a destra e premia la sovrapposizione di Rosi, cross basso deviato da Vannucchi sui piedi di Bianchimano che insacca (69'). Avanti di due reti Caserta può gestire le forze e inserisce prima Falzerano per Melchiorri (75') e poi Vanbaleghem per Moscati (82'), risparmiando il rientrante Burrai e l'acciaccato Murano in vista di Carpi, e nel finale può festeggiare il tris che vale il primato: ripartenza di Dragomir e palla a Sounas, steso in area da Ronaldo che viene prima ammonito e poi espulso per proteste. È rigore e a calciarlo è Bianchimano, che spiazza Vannucchi e fa calare i titoli di coda sul big-match che si chiude con la festa dei grifoni, da questa sera primi della classe proprio insieme ai veneti.

Leggi la cronaca 'LIVE' >>>

Perugia-Padova 3-0

IL TABELLINO:

PERUGIA (3-5-2): Fulignati; Sgarbi, Angella, Monaco; Rosi, Sounas, Moscati (37' st Vanbaleghem), Dragomir, Favalli (45' st Cancellotti); Melchiorri (30' st Falzerano), Bianchimano (45' st Lunghi). A disp.: Baiocco, Bocci, Tozzuolo, Burrai, Murano. All. Fabio Caserta

PADOVA (3-5-2): Vannucchi; Pelagatti, Kresic (25' st Bifulco), Gasbarro; Germano (35' st Jelenic), Della Latta, Hallfredsson (25' st Ronaldo), Saber, Curcio (46' st M. Mandorlini); Nicastro, Soleri (25' st Santini). A disp.: Burigana, Valentini, Biancon, Fazzi, Andelkovic, Paponi, Buglio. All. Andrea Mandorlini

ARBITRO: Marcenaro di Genova

MARCATORI: 10' st Sgarbi (Pe), 24' st e 41' st (rig.) Bianchimano (Pe)

NOTE: Espulso: al 40' st Ronaldo (Pa) per proteste. Ammoniti: Melchiorri, Monaco (Pe); Kresic, Ronaldo (Pa)

Continua a leggere >>>

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento