Sport

Padova-Perugia 1-0: il Grifo si nasconde sul più bello. E la vetta si allontana...

A decidere lo scontro diretto un gol di Firenze nella ripresa, che consente alla capolista di volare a +8 sui poco brillanti biancorossi di Caserta (che devono però recuperare due partite)

Dal paradiso all'inferno (via purgatorio, in una settimana). Dopo il 3-0 rifilato al Modena la strada sembrava in discesa per il Perugia, che dopo il pari nel turno infrasettimanale contro la Samb al Curi è caduto infine oggi a Padova nello scontro diretto. A decidere la sfida un gol segnato al 72' da Firenze, lasciato tutto solo di colpire Fulignati dalla difesa di un Grifo poco brillante (e pian piano sparito nella ripresa) e incapace di graffiare la capolista del girone B di Serie C (ora a +8 sui biancorossi di Caserta che devono però recuperare due partite).

LE 'MOSSE' DEI TECNICI - Caserta conferma il 4-3-2-1, con Elia e Falzerano a supporto di Melchiorri in attacco, mentre in mediana ci sono Kouan e Sounas ai lati del regista Burrai che torna titolare. Sull'altro fronte 4-3-3 per Andrea Mandorlini (squalificato per quattro giornate e sostituito dal suo vice Raffaele Longo), che deve fare a meno di Biancon, Bifulco e alla fine anche di Cissé che doveva rientrare e invece non è nemmeno in panchina: a guidare il tridente c'è l'ex grifone Nicastro.

Caserta in ansia per Falzerano: "Il suo ko ha pesato, speriamo non sia grave"

POCO CORAGGIO - Avvio prudente da parte del Grifo e l'infortunio muscolare di Falzerano (dentro Minesso già all'8) non ne alimenta certo il coraggio, con il Padova che cerca così di approfittarne spaventando due volte Fulignati: il portiere se la cava al 19' su colpo di testa di Rossettini, poi ringrazia Angella che alza la palla sopra la traversa con una provvidenziale deviazione sul destro al volo di Firenze (22'). I veneti la mettono sul piano fisico agevolati inizialmente anche dall'arbitro, che nella prima mezz'ora lascia correre ma prima del riposo ammonisce Nicastro, Rossettini e infine Gasbarro (espulsi dalla panchina invece il ds di casa ed ex grifone Sogliano e il biancorosso Accursi, vice di Caserta). Nel frattempo il Grifo prende le misure agli avversari  e impegna Vannucchi con una punizione (deviata) di Burrai e i destri dal limite di Favalli (37') ed Elia (42').

Serie C, girone B: il Carpi travolge il Modena, Perugia ora terzo in classifica

FIRENZE RINGRAZIA - Il crescendo con cui i biancorossi chiudono il primo tempo sembrerebbe il presagio di una ripresa all'attacco ed è invece il Padova a sembrare più intraprendente. Gli ultimi segnali concreti di Grifo al 60', quando Favalli pesca in area Melchiorri ma sul cross arretrato di quest'ultimo Kouan viene chiuso bene in corner da Della Latta. E un minuto dopo è ancora Melchiorri a provare il blitz in area, fermato però senza fallo da Ronaldo. Al 63' per i veneti entrano Jelenic e Paponi (altro ex grifone) al posto di Chiricò e Nicastro, mentre nel Perugia tocca a Moscati rilevare Kouan. I padroni di casa sembrano però averne di più e al 72' trovano l'episodio decisivo: cross dalla destra di Germano, sponda di Della Latta e Firenze, lasciato solo dai difensori del Grifo, calcia al volo col sinistro infilando Fulignati.

La promessa di Fulignati: "Qui non molla nessuno, testa a Cesena"

LA CAPOLISTA SCAPPA  - Sotto di un gol Caserta tenta il tutto per tutto e passa al 4-2-4 inserendo Di Noia, Murano e Bianchimano al posto di Spunas, Favalli e Melchiorri. Il tempo a disposizione però è ormai poco e di quel poco il Padova ne perde quanto più possibile, in un finale in cui il Perugia non riesce più a graffiare ed è invece Fulignati a dover parare sullo scatenato Della Latta in pieno recupero. Sconfitta pesante per i biancorossi (scivolati a -8 dai veneti capolista), obbligati ora a vincere mercoledì a Cesena nel recupero della gara rinviata per Covid.

VIDEO Caserta: "La paura fa sbagliare, voglio un Grifo coraggioso"

Padova-Perugia 1-0

IL TABELLINO:

PADOVA (4-3-3): Vannucchi; Germano, Rossettini, Gasbarro, Curcio; Saber (50' st Pelagatti), Ronaldo, Della Latta; Chiricò (18' st Jelenic), Nicastro (18' st Paponi), Firenze (36' st Kresic). A disp: Merelli, Voltan, Andjelkovic, Biasci, Halfredsson, M. Mandorlini, Santini, Vasic. All. Raffaele Longo (Andrea Mandorlini)

PERUGIA (4-3-3): Fulignati, Cancellotti, Angella, Sgarbi, Favalli (34' st Murano); Kouan (18' st Moscati), Burrai, Sounas (34' st Di Noia); Elia, Falzerano (8' pt Minesso); Melchiorri (34' st Bianchimano). A disp: Minelli, Bocci, Monaco, Crialese, Vanbaleghem, Vano. All. Fabio Caserta

ARBITRO: Andrea Colombo di Como

MARCATORI: 27' st Firenze (P)

NOTE: Ammoniti: Nicastro, Rossettini, Gasbarro, Saber (P). Espulsi: al 30' dalla panchina il ds dei veneti Sogliano e il vice allenatore perugino Accursi; nella ripresa allontanato un altro componente della panchina di casa.

Continua a leggere per la cronaca LIVE >>>

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padova-Perugia 1-0: il Grifo si nasconde sul più bello. E la vetta si allontana...

PerugiaToday è in caricamento