menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gubbio-Perugia 3-2: il Grifo fa harakiri nel 'derby', Padova e Sudtirol scappano via

Biancorossi subito avanti con Murano ma puniti due volte da Signorini (complice un errore di Fulignati) e poi da Pellegrini nella ripresa. Inutile il gol di Angella nel finale: la vetta si riallontana

Il Perugia fa harakiri nel derby di Gubbio, valido per la 31ª giornata del girone B di Serie C. Il Grifo va subito avanti con Murano (4'), ma nella ripresa si fa sorprendere due volte da Signorini (erroraccio di Fulignati sul secondo gol del difensore rossoblù) e poi da Pellegrini. Inutile poi il gol di Angella nel finale: menrte i rossoblù sognano ora i playoff il ko fa male ai biancorossi di Caserta, che perdono terreno dalla capolista Padova e dal Sudtirol (enrtambe vittoriose oggi).

Caserta: "Dominato per 70', poi abbiamo perso la testa"

LE SCELTE - Assenze da una parte e dall'altra in vista del match. Il tecnico rossoblù Vincenzo Torrente (fresco di rinnovo biennale) dovrà fare a meno della sua 'stella' Gomez (oltre che del portiere Cucchietti, di Migliorelli e di Oukhadda), ma non abbandona  il 4-3-1-2. Modulo speculare per il Perugia di Caserta, che è in emergenza dietro (out lo squalificato Monaco e gli infortunati Sgarbi, Negro, Crialese e Rosi oltre al trequartista Falzerano) ma mantiene l'assetto della squadra con l'arretramento del mediano Vanbaleghem al fianco di Angella.

SUBITO MURANO - I primi a provarci sono i padroni di casa, con un colpo di testa di Ferrini su angolo di Pasquato con palla alta di poco, ma appena affonda il Grifo passa: Kouan recupera palla, passaggio per Minesso dopo un velo di Murano che chiude la combinazione e calcia addosso al portiere Zamarion ma poi insacca in tap-in (4'). Trovato subito il vantaggio la squadra biancorossa si abbassa per aspettare un Gubbio che accusa inizialmente il colpo ma cresce con il passare dei minuti.

Angella: "Ko che fa male, col Sudtirol chance per il riscatto"

GRIFO ATTENDISTA - E dopo un fallo in attacco su Vanbaleghem (bendato dallo staff medico perugino per un colpo alla testa) e le conclusioni fuori misura di Pellegrini e Sainz Maza, va vicinissimo al pari al 33': cross dalla destra di Sainz Maza, Pellegrini ed Elia 'bucano' il cross e la palla arriva così al capitano rossoblù Malaccari, che calcia a colpo sicuro in corsa trovando però il miracolo' di Fulignati. Poco pericoloso invece in ripartenza il Perugia, ora più attendista (passato al 3-5-2 dopo circa 25 minuti) e troppo impreciso nell'ultimo passaggio, che si rifa vedere solo prima del riposo con un sinistro di Minesso parato da Zamarion.

SIGNORINI BOMBER - Nella ripresa il Perugia sembra cambiare atteggiamento, deciso a cchiudere i giochi per non rischiare ma nei primi cinque minuti sono tutte alte le conclusioni di Sounas, Murano e Kouan. Torrente decide che è il momento di cambiare e inserisce Munoz e Hamlili (fuori Formiconi e Sainz Maza) con Caserta che risponde inserendo Vano per Melchiorri. Il Grifo insiste ma Sounas sciupa malamente una ripartenza tre contro due, allungandosi troppo il pallone e facendosi fermare da Signorini che poi sale in cattedra: dopo un tiro di Murano 'murato' e una traversa colpita di testa da Favalli (in fuorigoco) è infatti il difensore a riportare a galla il Gubbio: traversone di Megelaitis e colpo di testa vincente per l'1-1 nel momento migliore del Perugia (24'). 

La classifica: Padova e Sudtirol non steccano, il Grifo perde terreno

IL PERUGIA SI SCIOGLIE - Un colpo pesante per i biancorossi che si sciolgono all'improvviso, traditi anche da Fulignati: punizione dalla lunga distanza calciata da Pasquato, la parabola inganna l'incertissimo portiere con la palla che sbatte sulla traversa e viene poi ribadita in rete a porta vuota ancora da Signorini, autore di una incredibile doppietta. Caserta getta nella mischia anche Burrai al posto di Moscati e poi Bianchimano per Louan, ma è ancora il Gubbio a passare: lancio di Hamlili per Pellegrini, che va via a Favalli (forse con un fallo) e poi supera Fulignati con un morbido tocco sotto. Inutile poi il gol di Angella, di testa al 90' su cross di Favalli: è tropo tardi, il 'derby' è del Gubbio (le cui maglie andranno all'asta con il ricavato devoluto in beneficenza) mentre il Perugia vede ora la vetta di nuovo lontana.

Leggi la cronaca 'live'

Gubbio-Perugia 3-2

IL TABELLINO:

GUBBIO (4-3-1-2): Zamarion; Formiconi (10' st Munoz), Uggè, Signorini, Ferrini; Malaccari, Megelaitis, Sainz Maza (10' st Hamlili); Pasquato; Pellegrini, Fedato (44' st Ingrosso). A disp.: Savelloni, Elisei, Sorbelli, Cinaglia, Sdaigui, Serena, De Silvestro. All. Vincenzo Torrente

PERUGIA (4-3-1-2): Fulignati; Elia, Angella, Vanbaleghem, Favalli; Kouan (39' st Bianchimano), Moscati (33' st Burrai), Sounas; Minesso; Murano, Melchiorri (15' st Vano). A disp.: Minelli, Bocci, Cancellotti, Darini, Angori, Di Noia, Lunghi. All. Fabio Caserta

ARBITRO: Gianpiero Miele di Nola

MARCATORI: 4' pt Murano (P), 23' e 29' st Signorini (G), 41' st Pellegrini (G), 45' st Angella (P)

NOTE: Ammoniti: Hamlili, Pasquati, Pellegrini, De Silvestro (G); Sounas, Kouan (P)

VIDEO Gubbio-Perugia, Caserta: "Emergenza difesa, ma il Grifo lotterà"

Continua a leggere >>>

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento