menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermana-Perugia 1-1, Caserta: "Rosso esagerato, ma ci credo ancora. Elia? Sta bene"

Il tecnico del Grifo amareggiato dopo il pari nel recupero: "L'espulsione di Vano è stata affrettata e ci ha condizionato, ma la squadra ha lottato provandoci anche in dieci. Il primo posto? Tutto può succedere..."

C'è amarezza nella parole di Fabio Caserta dopo il rocambolesco pari ottenuto nel recupero sul campo della Fermana dal suo Perugia, che a cinque gare dalla fine del girone B di serie C è terzo a -6 dal Padova capolista.

Fermana-Perugia 1-1: segna Elia (poi ko) ma è tutto Vano

"Siamo partiti bene, contro una squadra che non perde in casa da novembre - sottolinea il tecnico del Grifo ai microfoni di Umbria Tv nel post-partita -. Ho visto una delle più belle prestazioni della stagione, soprattuto per l'atteggiamento, fino all'espulsione che mi è parsa eagerata e troppo affrettata. Dalla dinamica no mi sembrava un fallo da rosso e dispiace per il ragazzo, che era molto triste e poteva darci una mano con la sua stazza in questo tipo di match". 

Serie B, girone B: la nuova classifica e il prossimo turno

L'allenatore applaude comunque la squadra: "Il rosso è stato decisivo, perché poi abbiamo pagato anche qualche problema fisico. Elia? È uscito per precauzione per un affaticamento, perché come Murano e Angella non aveva recuperato in pieno dall'ultima partita. Ai ragazzi comunque non posso rimproverare nulla, perché hanno dato tutto provando a vincerla anche in dieci. Altre volte siamo stati poco cattivi, oggi invece sfortunati con i due pali e una grande parata di Ginestra su Murano". 

Fermana-Perugia 1-1: la cronaca della gara 'minuto per minuto'

Caserta, che insieme alla squadra ha avuto un colloquio con il presidente Santopadre subito dopo la partita, comunque non molla: "Il presidente era più incazzato dopo la vittoria di Imola, oggi invece era più amareggiato per come è arrivato il pari ma ha visto la squadra dare tutto. Il primo posto? Io ci credo fino a che l'aritmetica non ci esclude, perché in una giornata può cambiare tutto. Mancano cinque gare e noi dobbiamo cerchiamo di fare il massimo, senza guardare agli altri. Voglio vedere questa intensità e questa voglia di lottare anche nella difficoltà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento