menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cesena-Perugia 1-1, Comotto è una furia: "Arbitraggio scandaloso, ma non molliamo"

Dopo il pari-beffa parla solo il direttore generale: "Tre rigori non dati sono una mancanza di rispetto. Dalla squadra ottima reazione al ko di Padova, alla vetta ci credo ancora"

GIanluca Comotto è una furia dopo il pari-beffa del Perugia a Cesena, dove il Grifo è stato ripreso sull'1-1 al 90': "Sono qui io a parlare perché si esula dal lato tecnico quando non si danno due rigori clamorosi più forse un altro - dice il direttore generale biancorosso nel post partita ai microfoni di Umbria Tv -. È grave soprattutto il primo non dato su Melchiorri (al 15', ndr), perché stava per calciare solo davanti al portiere e c'era anche l'espulsione del difensore. Forse la partita sarebbe finità già lì".

Cesena-Perugia 1-1: Grifo beffato al 90', la vetta diventa un 'miraggio'

Non si dà pace l'ex capitano ripensando alle decisioni di Feliciani di Teramo: "Purtroppo 'scricchiolii' arbitrali c'erano già stati con la Samb e oggi si sono ripetuti, ma quando gli errori sono così candalosi diventano una mancanza di rispetto". Poco da rimproverare poi alla squadra: "Forse solo la mancanza di cattiveria quando c'era da chiuderla nel finale, ma ho visto un'ottima reazione dop il ko di Padova dove invece avevamo sbagliato qualcosa di troppo".

La nuova classifica: il Perugia ora è terzo

E proprio la reazione del Grifo lascia ancora qualche speranza a Comotto: "I nostri obiettivi non cambiano - dice il diggì -, dobbiamo cercare a vincere tutte le partite come fatto oggi. E se non arriveremo primi vuol dire che arriveremo secondi e vinceremo i playoff. Capisco che il tifoso vedendo il -7 dal Padova (che ha giocato una gara in più,ndr) possa farsi prendere dallo sconforto e pensare che sia tutto finito, ma io non credo che sia così e invito tutti a non arrendersi. Venendo da una retrocessione è sempre dura e prima di acquisire la giusta mentalità abbiamo forse 'perso' quattro o cinque giornate, ma di squadre più forti del Perugia non ne ho viste. Non bisogna mollare".

Perugia, momento no: Caserta sul banco degli 'imputati' con Santopadre

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento