menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia, Sounas e Cancellotti sicuri: "Questo Grifo è forte davvero"

Il centrocampista greco e il terzino eugubino, arrivati rispettivamente dalla Reggina e dal Teramo, convinti del valore della squadra di Caserta: "Rosa all'altezza degli obiettivi, anche se non sarà facile e ci sarà da sudare"

Prime parole da grifoni per Tommaso Cancellotti e Dimitrios Sounas, che intanto la maglia del Grifo l'hanno già indossata in questo avvio di stagione.

SOUNAS - "La trattativa è stata lunga perché c'era da aspettare anche la Reggina - racconta il 26enne centrocampista greco -, ma fin da quando il mio procuratore mi ha prospettato la possibilità di venire qui sono stato contento". Cresciuto nell'Aris, del Grifo aveva già sentito parlare: "Tanti amici mi hanno raccontato di quella doppia sfida in Coppa Uefa (edizione 2003/04 con il Grifo che si è qualificato al terzo turno, ndr) e so di arrivare in un club storico con una tifosera di altra categoria. Sono felice". L'obiettivo è quello di bissare la promozione in B ottenuta l'anno scorso con i calabresi: "Ho trovato un bel gruppo, c'è voglia di riportare entusiasmo in città, anche se sappiamo che nons arà facile e che ci sarà da lavorare".

Arezzo-Perugia 0-1, le pagelle del Grifo: Kouan 'killer', Elia pronto uso

CANCELLOTTI - Concetti sposati anche dal compagno Cancellotti: "Gli obiettivi del club sono importanti e finda subito mi sono accorto di essere arrivato in una grande squadra - dice il 28enne terzino -. Essendo di Gubbio torno a sentire aria di casa e finalmente posso indossare la maglia del Grifo a cui ho pensato fin da quando ero bambino. Contro di noi faranno tutti la partita della vita e non sarà facile, perché questa è una Serie C di grande livello. Bisognerà lavorare sodo e pensare partita dopo partita". Ad Arezzo intanto si è rivisto il pubblico sugli spalti, pur se in numero limitato e con le limitazioni dovute all'emergenza coronavirus: "È stato comunque bello vedere qualche tifoso nonostante tutti i problemi. È sicuramente importante avere i nostri sostenitori vivino e sentire il loro supporto. Speriamo che presto potranno tornare in tanti a darci una mano e a spingerci ancora di più".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento