menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la quarantena di Goretti: "Il Perugia stava diventando squadra. Cosmi? È l'uomo giusto..."

Il responsabile dell'area tecnica tra passato recente e futuro prossimo: "Il calcio può ripartire solo ragionando di sistema e senza egoismi. Il lavoro del mister stava dando i suoi frutti, quello di Santopadre ci consentirà di fronteggiare la crisi economica"

In attesa che lo faccia l'Italia, bloccata in quarantena fino al 3 maggio in quarantena per l'emergenza coronavirus, Roberto Goretti ha già iniziato la sua personale 'Fase 2': "All'inizio ho approfittato per fare un po' di 'vacanza', per un po' ho staccato e aprofittato per stare con i miei figli come non riuscivo a fare da tempo - racconta il responsabile dell'area tecnica del Perugia -. Dopo 10-15 giorni però ho iniziato a riprendere un po' il filo, a leggere e a studiare".

GRIFONERIE Rifondare il Perugia copiando l’Atalanta? Un'idea per Santopadre, Goretti e Cosmi

C'è da capire come il calcio uscirà da questo 'tsunami', con molte società che lanciano il loro grido di allarme e lo stesso presidente biancorosso Massimiliano Santopadre preoccupato per il futuro: "Non ho il polso totale della situazione amministrativa - continua Goretti - ma posso dire che il Perugia è ormai da anni una società virtuosa. Questo grazie al lavoro del presidente che ha trasformato il club in un'azienda, un lavoro che consentirà di tamponare le perdite. Ci saranno società che andranno più in difficoltà e altre meno".

Continua a leggere l'articolo >>>

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento