Sport

Perugia-Como 2-1, Santopadre: "Ora difendere la B con le unghie e ripartire uniti"

Il presidente dopo la vittoria nella prima sfida di Supercoppa e in attesa del derby con la Ternana: "Ho riparato ai disastri dell'anno scorso"

"Ora bisogna difendere la Serie B con le unghie e con i denti". È già proiettato alla prossima stagione Massimiliano Santopadre, presidente del Perugia che è riuscito a riportare dove era prima dell'amara retrocessione della scorsa estate: "È terzo campionato di C che vinco e a chi mi chiama il 're della C' dico che sono fiero di esserlo", ha detto  ai microfoni di Umbria Tv dopo il 2-1 con cui il Grifo ha battuto il Como al Curi nella prima sfida del triangolare di Supercoppa a cui partecipa anche la Ternana.

I 'sassolini' di Caserta: "Certi opinionisti mi hanno fatto sorridere"

"Non so se questa sia la promozione più bella - ha continuato il numero uno biancorosso -, ma di certo è la più importante perché l'anno scorso avevo fatto i disastri e volevo riparare. Adesso però bisogna difendere con le unghie e con i denti questa Serie B, perché la retrocessione ci ha insegnato il valore di questa categoria. Mercato? Alla squadra ci penseranno i direttori".

Supercoppa, Perugia-Como 2-1: per il derby con la Ternana c'è da aspettare

Santopadre ripercorre poi le tappe di questa stagione iniziata tra grandi difficoltà e culminata nella strepitosa rimonta sul Padova: "Da partemia ho cercato di trasmettere tranquillità a tutti, dai direttori alla squadra, perché se mi avessero visto subito triste non sarebbe stato buono. Poi siamo stati bravi, perché come non si retrocede per caso nemmeno si vince un campionato per caso. L'anno scorso abbiamo sbagliato, quest'anno abbiamo fatto bene".

Perugia, Giannitti fa 'catenaccio': "Il mio futuro? Non è il momento di parlarne"

E la speranza che questo importante traguardo raggiunto possa portare a risanare la frattura con una parte della tifoseria che durante l'anno lo ha contestato senza sosta: "Anche se certe cose non si possono giustificare, penso che dietro a una contestazione non c'è mai cattiveria, ma sofferenza e dolore, soprattutto per il modo in cui siamo retrocessi che è stato brutto. Il tempo però sistema le cose e ora è il momento di dimenticare il passato per ripartire tutti uniti". Ma prima c'è da pensare al derby contro la Ternana al Liberati nell'ultma sfida di Supercoppa: "Ci teniamo noi e ci tengono loro: sarà una partita bellissima e un antipasto della B che ci aspetta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia-Como 2-1, Santopadre: "Ora difendere la B con le unghie e ripartire uniti"

PerugiaToday è in caricamento