Domenica, 16 Maggio 2021
Sport

Grifo, contestazione senza fine: Santopadre ancora nel mirino degli ultras

Un altro striscione, firmato dalla Curva Nord e fortemente critico nei confronti del presidente del Perugia, è stato appeso fuori dallo stadio Curi

A rappresentare il Perugia davanti alla stampa e ai tifosi dopo il doppio ko contro Cesena e Mantova (l'ultimo in Lombardia un vero e proprio 'cappotto') è stato il direttore generale Gianluca Comotto. Le parole dell'ex grifone non sono però bastate a placare una piazza sempre più delusa e arrabbiata dopo la recente retrocessione, con i tifosi che hanno sfogato i loro sentimenti (anche con sarcasmo) sui social.

Perugia, Cosmi rompe il silenzio. E arrivano le 'stoccate'...

"Basta di usare il presidente come capro espiatorio" ha tuonato Comotto, ma proprio Massimiliano Santopadre è stato preso di mira oggi dagli ultras biancorossi, che hanno appeso fuori dallo stadio Curi l'ennesimo striscione di contestazione verso il numero uno del Grifo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grifo, contestazione senza fine: Santopadre ancora nel mirino degli ultras

PerugiaToday è in caricamento