menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia-Sudtirol, Caserta dà la scossa: "La rivale peggiore, ma siamo il Grifo"

Il tecnico alla vigilia della sfida contro la seconda della classe al Curi: "Sono la squadra più completa del girone, ma abbiamo le qualità per batterli. Servirà una grande prestazione e dobbiamo farla"

Fabio Caserta alla vigilia di Perugia-Sudtirol, 'lunch match' della 32ª giornata del girone B di Serie C. Domani (ore 12.30) al Curi arriva la seconda della classe, a -2 dal Padova e a +5 sul Grifo che ha però una gara da recuperare rispetto alle rivali. "Affronteremo la squadra a mio avviso più completa del campionato- dice il tecnico - che verrà a giocarsela, perché il loro obiettivo è il primo posto. Dobbiamo essere consapevoli che sarà dura ma anche di avere le capacità per poter vincere e dire la nostra fino all'ultimo".

Tornato sul derby perso a Gubbio, "dove l'errore è stato quello di non chiudere il match, cambiato poi da due episodi in pochi  minuti a un quarto d'ora dalla fine", Caserta non ha nascosto la sua soddisfazine per il rientro di Falzerano: "Prima di farsi male era stato determinante per noi, perché salta l'uomo e crea superiorità. Non ha ancora 90' nelle gambe e non voglio rischiare di perderlo di nuovo, valuterò se farlo giocare subito o a gara in corso. Lui e Minesso insieme? Hanno caratteristiche diverse e credo che possano coesistere alla grande".

Un altro recupero in mediana: "Burrai finalmente sta bene. Se prima su di lui le scelte erano un po' obbligate, perché aveva dei problemi fisici, da ora farò solo valutazioni tecniche". Dopo un periodo duro c'è da stringere i denti e ripartire: "Le tante gare ravvicinate e gli infortuni ci hanno condizionato e in una stagione ci sono gli alti e i bassi, di p restazioni e risultati. A Padova ad esempio abbiamo giocato male, a Cesena invece siamo stati fortunati. Ci sono momenti in cui tutto gira bene e in altri no".

Un momento difficile lo sta vivendo Fulignati: "Quello del portiere non è un ruolo come un altro, ma come un attaccante o un centrocampista può avere dei periodi di difficoltà e dall'altra parte c'è un portiere affidabile come Minelli, aspetterò fino a domani per fare le mie valutazioni". L'obiettivo ora è invertire questo trend negativo: "Dai ragazzi mi aspetto una grande reazione e la voglia di andare a vincere a tutti i costi questa partita. Ripeto, affrontiamo la squadra secondo me più 'quadrata' del girone: servirà una grande prestazione e dobbiamo farla".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento