Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport

Coronavirus, slitta la fine del campionato di Serie C: il nuovo calendario del Perugia

Cambia la data delle ultime tre giornate anche nel girone del Grifo, mentre resta ancora un rebus la situazione legata ai playoff e ai playout

Slittano le ultime tre giornate di campionato in Serie C. A deciderli il Consiglio Direttivo di Lega Pro che si è riunito oggi (giovedì 1 aprile) in video conferenza, ha condiviso e deliberato lo spostamento del turno infrasettimanale dal 14 al 18 aprile (ma il Perugia anticiperà al 17), della penultima giornata di campionato dal 18 al 25 aprile e dell’ultima giornata dal 25 aprile al 2 maggio. 

Perugia, un turno di stop a Vano e multa per Giannitti

La motivazione alla base di tale decisione è stata quella di consentire di liberare ulteriori slot per il recupero delle gare rinviate a causa del Covid. Nelle ultime due giornate di regular-season, anche se con orari diversi da girone a girone, le gare saranno disputate in contemporanea (nel raggruppamento B alle ore 20.30 nella 37ª e alle ore 15 nella 38ª, secondo il comunicato della Lega Pro).

Questo il nuovo calendario del Perugia, terzo in classifica nel girone B:

34ª giornata - Virtus Verona-Perugia, sabato 3/4 ore 15 (Eleven);

35ª giornata - Perugia-Triestina, sabato 10/4 ore 15 (Sky e Eleven);

36ª giornata - Ravenna-Perugia, sabato 17/4 ore 17:30 (Sky e Eleven);

37ª giornata - Perugia-Matelica, domenica 25/4 ore 20:30 (Eleven);

38ª giornata - Feralpisalò-Perugia, domenica 2/5 ore 15 (Eleven).

REBUS PLAYOFF - “Abbiamo condotto un campionato con moltissime difficoltà, ma grazie allo sforzo di tutti i Presidenti delle squadre e del personale di Lega Pro siamo giunti alla fase finale - ha dichiarato Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro -. Attualmente la situazione che più preoccupa è legata alla fase dei playoff e playout che, per la complessità e le caratteristiche proprie del nostro campionato, richiede una attenzione ancora maggiore. La governeremo insieme ai club, sapendo che dobbiamo essere in grado di camminare guardando a vista, attitudine con cui abbiamo imparato a misurarci durante la pandemia”.

I SETTORI GIOVANILI - Il Covid ha determinato altresì il fermo da oltre un anno dei settori giovanili: “Me ne rammarico, la sospensione è una grave perdita per i più giovani. Come Lega avevamo già evidenziato alla FIGC ed al SGS le difficoltà per i nostri club nel ricominciare i campionati giovanili in questa stagione. Tali difficoltà derivano principalmente dall’aggravarsi dell’emergenza sanitaria e dagli ingenti costi derivanti del rigoroso rispetto del protocollo sanitario. Cionondimeno, subito dopo le festività pasquali, sarà mia premura raccogliere le indicazioni dei Presidenti dei nostri club in ordine ad una eventuale ripartenza del Campionato Under 17”.

Continua a leggere >>>

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, slitta la fine del campionato di Serie C: il nuovo calendario del Perugia

PerugiaToday è in caricamento