rotate-mobile
Sport

Carpi-Perugia 0-0, Angella e Caserta in coro: "È un punto prezioso"

Il difensore dopo il settimo risultato utile del Grifo: "Non si può vincere sempre e se non ci si riesce è importante non perdere". A fargli da eco il tecnico: "Abbiamo creato più che nella gare precedenti, sono contento della squadra"

Sembra esserci più soddisfazione che rimpianto nel Perugia dopo lo 0-0 di Carpi, dove il Grifo ha domincato per un'ora e precato prima di soffrire e doversi 'accontentare' del pari nel finale, ottenendo comunque il settimo risultato utile consecutivo.

ANGELLA - "Dopo una vittoria 'abbondante' come contro Padova non è mai facile ripetere la stessa grande prestazione - ha detto il difensore Gabriele Angella dopo il match ai microfoni di Umbria Tv - . Siamo però arrivati qui con la testa giusta e abbiamo ottenuto un ottimo pari contro un Carpi ostico, una squadra dal grande ritmo e con individualità importanti. Ci è mancato solo il guizzo, ma non sempre si può vincere e quando non ci si riesce bisogna evitare di perdere. Fare punti qui non sarà facile per nessuno".

Carpi-Perugia 0-0: il Grifo domina e spreca, poi soffre e si 'accontenta'

'Comandante' di una difesa che si sta rivelando insormontabile, Angella ha incassato poi i complimenti degli ospiti presenti in studio anche a nome dei compagni: "La fase difensiva la fa tutta la squadra - ha spiegato - e in più cerchiamo di mettere in pratica le uscite le idee di gioco del mister, lo seguiremo fino alla morte. Se sono rimasto è anche per lui e per come lavora, oltre che per una questione mia di dignità. Ora dobbiamo continuare a lavorare così e speriamo di fare il camionato che la città di Perugia merita".

CASERTA - Soddisfatto dopo il match anche Fabio Caserta: "Ho visto un ottimo Perugia contro una squadra di alta classifica e su un campo difficile, anche per le condizioni del terreno di gioco - ha detto il tecnico del Grifo sempre ai microfoni di Umbria Tv -. Meritavamo qualcosa in più, perché siamo stati sesso imprecisi o sfortunati nell'ultimo passaggio, ma penso che questo sia un buon punto e bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno". Poi l'analisi tattica: "Avevamo preparato la gara in base alle zone di campo in cui pressava il Carpi, che sapevamo ci avrebbe pressato alti. Nel primo tempo soprattutto siamo riusciti ad alzare molto Rosi in questo modo, ma dopo due o tre volte loro hanno rinunciato iniziando ad aspettarci. Nonostante questo i ragazzi sono stati comunque bravi a creare situazioni, persino più di quanto fatto nelle gare precedenti".

Carpi-Perugia 0-0, il 'profeta' Pochesci: "Le due umbre andranno in B"

Alla fine l'impressione è che si sia pagata un po' di stanchezza: "In queste ultime tre gare i ragazzi hanno speso tanto sia a livello fisico che mentale - ha spiegato l'allenatore del Perugia -, domani darò loro un giorno di riposo e poi inizieremo a preparare la prossima partita (sabato prossimo al Curi contro il Gubbio, ndr) che sarà un'altra sfida difficile". Chiusura con la risposta a chi gli chiede se, con il 3-5-2, serva un mercato in grado di dare più alternative nel reparto offensivo: "Eravamo costruiti per il 4-3-3 ma campo ci ha detto altro e mi sono adattato, ma ora è presto per parlare di mercato. Davanti abbiamo tre attaccanti di ruolo ma anche Minesso e Sounas ci possono stare, pur se con caratteristiche diverse".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi-Perugia 0-0, Angella e Caserta in coro: "È un punto prezioso"

PerugiaToday è in caricamento