menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia-Cremonese 0-0, le pagelle del Grifo: Angella blinda la difesa, Vicario chiude la porta

Il difensore e il portiere decisivi, Di Chiara ispirato fino al ko. Gyomber e Mazzocchi stanchi, male tutti gli attaccanti mentre a centrocampo Falzerano non incide e faticano anche Carraro e Nicolussi

Le pagelle del Grifo dopo lo 0-0 contro la Cremonese al Curi che lascia il Grifo pericolosamente invischiato nella zona playout a tre giornate dal termine della regular-season della Serie B.

VICARIO 7 Ancora una volta decisivo. Apre con la prodezza su colpo di testa ravvicinato di Parigini (11'), se la cava poi con qualche affanno su un destro velenoso di Ciofani (17') e al 29' ci mette i pugni su una gran botta di Mogos, a cui sbarra la strada altre due volte nella ripresa (75' e 81'). Sicuro anche nelle uscite: porta chiusa a chiave.

GYOMBER 5,5 Per condere un po' di riposo a Rosi è a lui che Cosmi chiede di fare gli straordinari, ma dopo l'incerto rientro di Cosenza mostra di essere ancora in ritardo stop dopo il lungo stop dovuto a infortuni e 'lockdown'. Inizia con un fallo su Arini (2'), all'11' su corner grigiorosso si perde Parigini (colpo di testa e 'miracolo' di Vicario) di cui soffre la velocità, anche se il giallo se lo prende per fallo su Crescenzi (51'). Al 65' grave l'errore in uscita, quando lancia la palla addosso a un avversario e innesca così la ripartenza ancora di Parigini, ringraziando Angella per la chiusura dopo la sua vana rincorsa. Uno sforzo che paga con crampi, ma strine i denti ed è bravo poi al 69' nell'impedire il colpo di testa a Ciofani, che ostacola bene con il corpo su cross di Bianchetti. Pur nelle difficoltà dà il massimo e resta in trincea fino al 90'.

Cosmi psicologo: "Stiamo calmi, la mia esperienza sarà d'aiuto"

ANGELLA 6,5 Un rientro pesante il suo, perché è forse l'unico a spostare gli equilibri in questo Grifo. Pur non al meglio blinda la difesa, che non trema più a ogni cross e a una Cremonese in grande spolvero e dotata di attaccanti pericolosissimi concede solo conclusoni dalla distanza. E come se non bastasse è lui il più pericoloso dei biancorossi: al 41' sfiora il gol di testa su corner di Nicolussi e ci riprova all'80', quando è però Kouan a mettersi involontariamente tra lui e un gol che sarebbe valsa mezza salvezza. Unica 'pecca' un paio di lanci sbagliati nel primo tempo e un limitato apporto in fase di costruzione.

FALASCO 6 Primo tempo in controllo, con la cerniera formata a sinistra con Di Chiara che funziona beneficiando anche della presenza di Angelli. Si sente talmente 'coperto' che al 44' cerca il blitz palla al piede e costringe Castagnetti al fallo da ammonizione al limite dopo aver superato due avversari. Nella ripresa è bravo a 'riparare' a un passaggio sbagliato di Carraro, anticipando Mogos lanciato in ripartenza (57'), ma pian piano inzia ad accusare la stanchezza e al 70' cade da solo lasciando così a Mogos la possibilità di impensierire Vicario. Non molla e un minuto dopo fa ammonire anche Valzania: non avrà il curriculum e le qualità di Rajkovic, lui che è un terzino 'adattato' in mezzo, ma esce stremato e dopo aver dato tutto.

Continua a leggere >>>

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento