menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia-Cremonese 0-0, Cosmi: "Stiamo calmi, la mia esperienza sarà d'aiuto"

Il tecnico fa lo psicologo: "Questo pari ci sta, ora pensiamo all'Entella senza perdere la testa. È vero che la classifica è pericolosissima e che non segniamo, ma oggi saremmo salvi. E con Angella in campo è un'altra difesa..."

"È il momento di stare calmi e spero, anzi sono convinto che la mia esperienza sia d'aiuto". Serse Cosmi fa lo psicologo dopo lo 0-0 contro la Cremonese al Curi, che ha consentito al suo Perugia di tornare a muovere la classifica ma lascia i biancorossi invischiati in zona playout. "Nessuno di noi o della società deve perdere testa - insiste il tecnico del Grifo - bisogna fare le cose giuste, far recuperare le forze alla squadra e andarci a giocare la gara sul campo dell'Entella. Ci saranno anche degli scontri diretti come Venezia-Juve Stabia. Quello che oggi inevitabilmente sembra una sciagura tra una settimana sarà diverso anche se ora tutto dipende solo ed esclusivamente da noi".

L'allenatore perugina analizza poi il pareggio: "Una partita difficilissima, ma lo sapevamo perché giocavamo contro la squdra che dopo la sosta aveva fatto più punti di tutte. Un'avversaria forte fisicamente, che si sa difendere bene per ripartire poi con giocatori veliocssimi". Una gara complicata insomma, "perché dovevamo giocare nella metà campo avversaria ma gli spazi erano occupati bene con 10 giocatori dietro la linea mediana. Per vincerla forse serviva un altra condizione psicologica e giocatori con delle caratteristiche particolari, o un episodio che avevamo trovato con Kouan a pochi minuti dalla fine, un'occasione incredibile. Peccato, ma quello che anche per colpa nostr anon abbiamo trovato in queste partite  magari lo troviamo nelle prossime tre".

Perugia-Cremonese 0-0: le pagelle del Grifo

Cosmi prova dunque a infodere fiducia a un gruppo che in campo ha mostrato voglia e cuore ma è parso anche frenato dalla paura e dalla pressione: "A essere sincero ma non è questa la partita che deve farci recriminare perchéil risultato, in virtù di tante situazioni e della forza degli avversari ci poteva stare. Nel caso volessimo tornare indietro sono altre le gare per cui recriminare, in cui abbiamo sbagliato tanto noi con le espulsioni ma anche gli arbitri con decisioni incredibili, regalando così punti ad vversari che erano brvai ma non così forti e risultati successivi lo hanno dimostrato. Il lato positivo che ci deve aiutare a livello mentale è che a oggi saremmo salvi, consapevoli che se noi facciamo il massimo otteremo questo risultato. Anche stavolta abbiamo faticato a trovare la via del gol e quando invece l'abbiamo trovata non siamo riusciti a difenderci come fatto oggi, col Crotone o con l'Ascoli. Non è un caso che quando rientra Agella e gioca le cose cambiano: lui dà sicurezza anche ai compagni e oggi la difesa è stata impeccabile conto attaccanti terribili".

Continua a leggere >>>

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento