menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia-Arezzo, la vigilia di Caserta: "Grifo, avanti tutta: vinci per Leo"

Le parole del tecnico alla vigilia del 'derby' e a due anni dalla scomparsa di Leonardo Cenci: "Dovremo essere più forti di tutte le difficoltà e dare qualcosa in più anche per lui"

"Avanti tutta". Si potrebbero riassumere così le parole pronunciate da Fabio Caserta alla vigilia del 'lunch match' Perugia-Arezzo (domenica 31 gennaio, ore 12.30) e a due anni dalla scomparsa di Leonardo Cenci, grande tifoso biancorosso e simbolo della città grazie al suo impegno per la ricerca e nella lotta contro il cancro. "Daremo qualcosa di più anche per lui", assicura il tecnico biancorosso che lo spirito guerriero di Leo vorrebbe in qualche modo vederlo nel suo Grifo: "Siamo in difficoltà per i tanti infortuni ma è proprio in questi momenti che bisogna restare uniti e compatti: dovremo essere più forti di tutto".

Perugia-Arezzo: le probabili formazioni e dove seguire la sfida in diretta

Non sarà facile dopo il pareggio di Fano, contro un avversario che ha cambiato guida tecnica e che con Roberto Stellone (arrivato al posto di Andrea Camplone), pur in doppia inferiorità numerica, nell'ultimo turno ha dato del filo da torcere alla Feralpisalò: "È evidente che nel girone di andata hanno avuto qualche difficoltà, ma i derby sono partite diverse da tutte le altre e come noi anche loro vorranno dare una soddisfazione ai propri tifosi". Un Arezzo che con il nuovo allenatore ha variato qualcosa anche dal punto di vista tattico: "Contro le squadre che giocano a viso aperto noi diamo il meglio, ma dobbiamo essere pronti anche a una gara diversa. È importante sbloccare subito la partita ma lo è anche non prendere gol. Davanti senza Melchiorri, Murano e Minesso (infortunati come il terzino sinistro Crialese, ndr) dovremo cambiare qualcosa, schierando calciatori con caratteristiche diverse, ma abbiamo i nostri principi di gioco e sono certo che ci faremo trovare pronti".

VIDEO Perugia, anche Caserta festeggia San Costanzo: lezioni di 'donca' e torcolo

Ecco così che Elia dovrebbe essere schierato in avanti, mentre in difesa sarà a disposizione Sgarbi (recuperato come l'altro acciaccato Moscati) ma non Monaco: "Il ragazzo continua ad avvertire dei fastidi, anche se gli esami medici hanno escluso qualsiasi problema muscolare, e quindi non ci sarà. Out anche Rosi - aggiunge Caserta - , che al di là della sua situazione con la società è anche infortunato". Potrebbe così trovare spazio Cancellotti nel ruolo di terzino destro: "Finora ha giocato poco non per demerito, ma perché ha avuto qualche problema fisico e perché Rosi ed Elia hanno fatto bene in quella posizione. Ora sta bene e può darci una mano". Promosso poi l'acquisto di Di Noia, arrivato dal Chievo dopo la cessione di Dragomir all'Entella: "È venuto qui con grande voglia e determinazione e questo è molto importante. L'anno scorso ha avuto un infortunio serio, lo ha superato ma quest'anno non ha giocato molto e quindi non è al top della condizione. Spero che ci arrivi presto perché è un calciatore tatticamente intelligente e che può ricoprire più posizioni, giocando da mezzala o da esterno".

VIDEO Il San Costanzo del Grifo: torcolo anche per Sgarbi ed Elia

Il nuovo jolly dovrebbe così partire dalla panchina in un 'derby' anomalo, oltre che per l'ormai abituale assenza di pubblico dovuta all'emergenza coronavirus, anche per l'inconsueta collocazione mattutina: "Giocare alle 12.30 è strano ed è difficile preparare una partita così, anche se in questi giorni abbiamo cercato di allenarci nello stesso orario del match. Le stesse difficoltà le avrà però anche l'Arezzo e noi, come ho già detto, dovremo essere più forti di tutto per vincere questa partita".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento