menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coppa Italia Sassuolo-Perugia 1-2, Oddo: "Nel mio Grifo posso contare su tutti"

Il tecnico esalta il gruppo dopo la vittoria di Reggio Emilia, che è arrivata nonostante l'ampio turnover e regala ai biancorossi la sfida con il Napoli agli ottavi: "Questo è lo spirito giusto, ma ora subito testa al campionato". Stizzito a fine gara l'allenatore neroverde De Zerbi

È un Massimo Oddo visibilmente soddisfatto quello che si presenta ai microfoni di Rai Sport dopo il 2-1 rifilato dal suo Perugia al Sassuolo e la qualificazione agli ottavi di Coppa Italia in cui sfiderà il Napoli. “Le parole del presidente ci stanno – esordisce il tecnico biancorosso, incalzato sul messaggio lanciato da Massimiliano Santopadre sui profili social del club alla vigilia della sfida -. Il calcio è questo: non guardare a quello che si è fatto ma sempre avanti. Questa di oggi per noi era una bella vetrina e un'opportunità, perché le squadre di A sono concentrate sul campionato e in questi impegni lanciano giovani o chi ha giocato meno finora. Noi anche abbiamo cambiato un po' (rispetto al successo sul Pescara, ndr) ma abbiamo fatto bene e questo dimostra che posso contare su tutti. Abbiamo fatto un grande primo tempo e nel secondo tempo siamo stati bene in campo, a soffrire. Siamo contenti ma non dobbiamo esaltarci per una vittoria contro una squadra come il Sassuolo che oggi ha cambiato molto”. Così Oddo risponde a chi gli chiede se questo Perugia è da considerarsi “Iemmello-dipendente': “Pietro è un attaccante straordinario e sta facendo benissimo, ma abbiamo anche altri ragazzi come Melchiorri e Falcinelli che ora magari sono un po' in difficoltà ma sono sicuro verranno fuori. Qui c'è bisogno di tutti e siamo contenti di aver battuto un'altra squadra di A dopo il Brescia: ora festeggiamo la possibilità di andare a viverci questa bella avventura al San Paolo, ma da domani però testa al campionato”. 

Coppa Italia, il tabellone

PIEDI PER TERRA - Il tecnico, che ora dovrà preparare la prossima sfida al 'Curi' contro il Cosenza (lunedì dicembre, ore 21), non si esalta intanto per il secondo posto ritrovato: “La classifica è ingannevole e guardarla ora non ha senso - ha detto Oddo -. Mai come quest'anno la Serie B è equilibrata e noi dobbiamo pensare solo a migliorare, pensando partita dopo partita e magari a marzo vedere a che punto saremo. A me piace arrivare ai risultati attraverso il gioco e da questo punto di vista dobbiamo ancora lavorare e crescere, anche perché abbiamo cambiato un po' il percorso rispetto all'idea iniziale ma ho a disposizione tutti ragazzi in gamba e con la voglia di migliorarsi. La cosa più importante comunque è lo spirito, quello messo in campo con il Pescara e oggi. In questo dicembre dovremo affrontare ancora cinque partite e poi a gennaio vedremo se intervenire, anche se sono già contento della rosa che ho a disposizione”. Tornando sulla vittoria con il Sassuolo, chiusura con le lodi al vice portiere Fulignati autore di una grandissima prestazione: “È un bravo ragazzo, un professionista serio e un bravo portiere. Sa qual è il suo ruolo ma come tutti i calciatori sa anche che il destino può cambiare da un giorno all'altro e oggi ha sfruttato bene la sua chance. Con lui e Vicario ho due grandi portieri, sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista umano”.

Coppa Italia, Sassuolo-Perugia 1-2: impresa del Grifo che vola agli ottavi e si regala il Napoli

DE ZERBI STIZZITO - Di umore diverso rispetto a Oddo è Roberto De Zerbi, che replica stizzito a chi gli chiede se il Perugia non sia stato sottovalutato mettendo nel mirino l'ampio turnover del tecnico neroverde: “Dà fastidio essere usciti dalla Coppa Italia ma ci sono calciatori infortunati e altri non in condizione e tante delle scelte fatte sono state obbligate. E se si parla tanto  di giovani poi non ci si può lamentare se commettono qualche errore quando vengono mandati in campo. Al di là del risultato io devo guardare le partite e nonostante la sconfitta oggi chi è sceso in campo ha fatto il massimo e quindi mi accontento, mentre per domenica (sfida in casa contro il Cagliari, ndr) pretendo molto di più”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento