Cucinelli chiude il Castel Rigone calcio: ma dà vita ad una città dello sport per bambini

Smantellata la formazione ex professionista del Castel Rigone che non parteciperà al campionato di serie D. A Solomeo saranno costruitti scuola calcia, stadio, palazzetta per la pallavolo. Il paradiso per chi ha dai 6 ai 12 anni

Il re del cachemire Brunello Cucinelli ha deciso di puntare sullo sport per giovanissimi lasciando stare il calcio dei grandi dopo aver portato per una stagione il suo Castel Rigone tra i professionisti in Seconda Divisione. Niente campionato di serie D per il prossimo anno ma la nascita dell'Oratorio laico contemporaneo. 

Prevista la costruzione a Solomeo di una "Scuola internazionale e multietnica" di calcio maschile e di pallavolo
femminile per bambini e bambine dai 6 ai 12 anni. Nello stadio di Castel Rigone saranno ospitati i ragazzi che
parteciperanno al primo anno di attività, mentre a Solomeo verrà realizzato un complesso sportivo che prevede un piccolo stadio, palestra, giardini e parco. 

Cucinelli vuole insegnare con lo sport altri importanti valori: il rispetto, dignità, umanità e tolleranza. In
tarda primavera verranno organizzati dei "campus internazionali" cui saranno invitati anche ragazzini provenienti da paesi del mondo con rapporti difficili tra loro per spingere su una convivenza civile e moderna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento