menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto tratta dal sito del Perugia Calcio

Foto tratta dal sito del Perugia Calcio

Grifo, nessuna sorpresa nel rush finale del mercato. Ceduti Zebli e Drole, preso un centrocampista

Il riassunto dell'ultima giornata di calciomercato biancorosso e l'elenco di tutti gli acquisti e le cessioni del mese di gennaio

Il calciomercato invernale ha chiuso i battenti e il Grifo ha portato a termine le ultime operazioni per completare la rosa in vista della seconda parte di stagione. Quest’ultimo mese è stato un susseguirsi di acquisti necessari a coprire i buchi lasciati dagli infortunati, ma anche di cessioni inattese e remunerative per la società biancorossa. Andiamo a ripercorrere le ultime ventiquattro ore del mercato del Grifo.

Le prime operazioni – Nella tarda mattinata di martedì arrivano le prime ufficializzazioni: Dossena, difensore classe ’98 dell’Atalanta, arriva in prestito sino al termine della stagione. L’idea è quella di valorizzare un giocatore di una squadra con la quale il Grifo sta costruendo una sinergia importante e di sostituire l’acciaccato Mancini. Nel contempo la società di Pian di Massiano ha ceduto Zavan in prestito al Pordenone.

Gnahoré è del Grifo – All’ora di pranzo il secondo acquisto, quello di Eddy Gnahoré, centrocampista ivoriano preso a titolo temporaneo dal Napoli. A dare l’annuncio è la stessa società del presidente Santopadre: “L’AC Perugia Calcio comunica di aver acquisito a titolo temporaneo biennale dalla SSC Napoli il calciatore classe 1993 Eddy Gnahorè. Centrocampista centrale Gnahore è cresciuto nelle giovanili di Manchester City e Birminghan. Arriva in Italia nell’estate del 2014 dove indossa la maglia della Carrarese in Lega Pro. Successivamente ha indossato le maglie di Napoli, Carpi e Crotone”.

Gli addii dolorosi – Ma per un centrocampista che arriva, ce n’è un altro che se ne va. Si tratta di Pierre Desire Zebli, che il Perugia ha ceduto al Genk. La società belga ufficializza l’acquisto a titolo definitivo del classe ’97 nel primo pomeriggio, annunciando che “ha firmato un contratto per 4 stagioni e mezzo”. In precedenza un altro giovane talento cresciuto nel Grifo aveva appena salutato i tifosi. Jean Armel Drolé è infatti volato in Turchia, all’Antalyaspor di Eto’o e ha dedicato un pensiero ai supporter biancorossi pubblicandolo sui social network: “Non so se sarà un addio o un arrivederci, questo sarà il tempo a dirlo, ma sento ugualmente di ringraziare i tifosi, che mi hanno sempre dimostrato affetto ed aiutato a superare i momenti difficili, come veri amici. Questo rimarrà sempre nel mio cuore, a prescindere dal fatto sportivo”.

Nessuna novità – La curiosità era però legata alle ultimissime ore di mercato, che negli scorsi anni avevano regalato sorprese in casa Perugia. In questa occasione, invece, nessuna novità. L’unico nome importante uscito fuori all’improvviso è stato quello di Matteo Ardemagni, in biancorosso l’anno scorso e nella seconda parte della stagione 2013/2014, ma in realtà non c’è mai stato nulla di concreto e la punta milanese proseguirà all’Avellino. Discorso simile per Maniero, a cui il Grifo aveva pensato orami diverso tempo fa, ma le richieste della società di Santopadre non coincidevano con quella pugliese. Niente da fare neanche per la cessione di Alhassan: il terzino sinistro aveva qualche richiesta ma alla fine non c’è stato accordo tra le parti.

Ricapitolando – Facciamo dunque un riassunto di questa sessione di calciomercato invernale. Al Perugia sono arrivati in prestito Brignoli, Dossena, Fazzi (fino al giugno 2018), Gnahoré e Forte, mentre sono stati presi a titolo definitivo Terrani e Mustacchio. A lasciare Pian di Massiano sono stati: Chiosa, Zapata, Bianchi, Joss, Buonaiuto, Zebli, Drole e Zavan, con Mancini che è stato acquistato all’Atalanta ma rimarrà a Perugia fino alla fine della stagione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento