Perugia, Goretti racconta il mercato ed esalta Cosmi: "Ha coraggio, con lui un futuro di successi..."

Il direttore tecnico fa il bilancio delle operazioni di gennaio: "Rajkovic era l'obiettivo numero uno, con Greco e Benzar abbiamo più alternative. La rosa ampia? Può essere un problema, ma Balic e Rodin possono ancora partire". Sul tecnico: "Conquistati dal suo carisma, se lo seguiamo tutti..."

IL NUOVO GRIFO - Goretti racconta poi le sue impressioni sul primo mese abbondante di gestione Cosmi: "La partita con lo Spezia? Mi ha lasciato tre giorni di mal di stomaco come sempre quando si fanno certe prestazioni e si perde in casa. Come ha fatto il mister però faccio grandi complimenti ai liguri, che si sono ripetuti nel recupero con la Cremonese (vittoria per 3-2 e aggancio al Crotone e aal Frosinone secondi, ndr) e hanno un livello di gioco che non vedevo in B dall’ultimo Empoli di Andreazzoli. La verità sta nel mezzo: bravi loro ma anche una giornata storta per il Grifo, l'unica battuta a vuoto nelle ultime 5 partite che nel complesso mi hanno soddisfatto. Finalmente si inizia a essere squadra come si è visto a Napoli, a Verona col Chievo, un po’ meno col Livorno ma poi di nuovo a Castellammare". Difficile non notare come il Perugia di Cosmi si sia fin qui espresso meglio lontano dal Curi: "Quello tra dicembre e gennaio è stato un periodo complesso per noi, con infortuni e squalifiche ma anche con il cambio di allenatoreche  è una cosa inusuale per noi. Nell’ultimo match poi abbiamo secondo me pagato anche l’influenza di Cosmi, che per due o tre giorni non ha potuto seguire da vicino la squadra: la sua presenza fa la differenza".

FOTO Addio a Luciano Gaucci: cordoglio e nostalgia sui social

L'ELOGIO DI COSMI - E parte qui l'elogio del nuovo allenatore da parte di Goretti: "Una volta deciso il cambio in panchina con il presidente ci siamo presi una pausa di qualche giorno per riflettere, poi abbiamo incontrato due allenatori (l'altro era STefano Colantuono, ndr) e Cosmi ci ha conquistato con il suo carisma, il suo entusiasmo e il suo attaccamento al Perugia. Gli sono state appiccicate delle etichette come del resto era stato fatto con Oddo, ma sono certo che col tempo conquisterà tutti e se riuscirà a trasmettere alla squadra le sue idee e il suo coraggio potremo avere una fase importante e lunga di successi". Un'apertura importante, sempre considerando che il contratto del tecnico scadrà a giugno: "Adesso l'importante e sostenerlo e seguirlo tutti, dalla società alla squadra passando per stampa e ambiente. Dai nostri calciatori mi aspetto che trovino il coraggio che ha Cosmi, magari uscendo anche da quella che può essre la loro 'zona di comfort'. Devono lavorare tutti per fare squadra, trovare un concetto di squadra e per riuscirci diventa fondamentale seguire l’allenatore”.

Materazzi: "Grazie Gaucci, dopo di te il nulla a Perugia"

I SINGOLI - Il direttore poi, stimolato dai giornalisti presenti alla conferenza stampa, ha parlato anche di alcuni singoli: "Carraro? Qui da noi è cresciuto molto e conquistato la maglia dell'Italia Under 21 mentre quest’anno ha vissuto alti e bassi, chiudendo non bene il girone di andata e iniziando poi quello di ritorno così. Per questo abbiamo cercato di aggiungere in rosa un regista con caratteristiche diverse dalle sue, ma anche Cosmi come il Perugia crede in lui e siamo sicuri che avrà la forza per rialzarsi e tornare su livelli alti. Di Chiara? Il suo è stat un infortunio pesante ma al di là delle tante critiche a me Nzita è piaciuto: certi giovani vanno aspettati e meritano possibilità, lui ha qualità. Ha fatto bene in fase propositiva e si applica nel seguire le indicazioni dell’allenatore. Sono contento di lui".

Cosmi, le lacrime in tv per Gaucci: "Ho il cuore spezzato"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento