rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Calcio

Serie D, il Foligno ci mette il cuore ma cade nel finale ad Arezzo

Succede di tutto nel rocambolesco 3-2 per i padroni di casa. I falchetti vanno sotto, sbagliano un rigore con Peluso ma poi recuperano il doppio svantaggio per due volte il risultato fino al gol decisivo di Sicurella

AREZZO: Colombo, Mastino, Lomasto, Marchetti, Ruggeri (Campaner), Mancino (D. Marras), Aliperta (Pisanu), Sicurella, Strambelli, Foggia (Muzzi), Sparacello (Cutolo). (A disposizione: Balucani, Evangelista, Pinna, Memushi). Allenatore: Marco Mariotti

FOLIGNO: Maraolo, Bisceglia, Chiavazzo (Mincione), Canalicchio, Valentini, Oliva (Dell'Orso), Bengala (Mercuri), Settimi, Belli, Bevilacqua, Peluso. (A disposizione: De Oliveira, Lambertini, Bocci, Tassi, Fuso, Ceron). Allenatore: Francesco Monaco

ARBITRO: Stefano Raineri di Como (Assistenti: Mattia Morotti di Bergamo e Ionut Eusebio Nechita di Lecco)

RETI: 9' pt Strambelli (A), 21' st Valentini (F), 28' st (rig.) Strambelli (A), 37' st Belli (F), 39' st Sicurella (A)

NOTE: Ammoniti: Peluso, Marchetti, Chiavazzo, Canalicchio, Cutolo. Angoli: 3-4. Recupero tempi: 2' pt, 5' st. Al 35' pt Peluso sbaglia un calcio di rigore. Espulso al 47' st Belli per comportamento non regolamentare

Pomerigigo dalle forti emozioni ad Arezzo, dove il Foligno cade 3-2 al termine di una gara accesso fino al triplice fischio finale. I falchetti sbagliano, agguantano il pareggio dopo essere andati sotto per due volte ma alla fine devono cedere il passo al gol vittoria firmato da Sicurella. Insomma, la grinta e il carattere non sono mancati al Foligno ma quella cura nei dettagli sottolineata da Monaco alla vigilia è stata ancora una volta decisiva nell'economia della partita. Ora i falchetti occupano l'ultimo posto in classifica a quota un punto insieme all'Unipomezia e inizia a diventare necessaria una vittoria già nel prossimo turno per provare a invertire al più presto il trend. Il pomeriggio al cardiopalma inizia già dopo appena nove minuti, quando Strambelli e Foggia scambiano in area e l'attaccante grazie a una deviazione della difesa trova il primo vantaggio. L'occasione del Foligno per pareggiare non tarda ad arrivare. Mastino atterra Belli e Raineri non può far altro che fischiare la massima punizione. Dal dischetto va Peluso che colpisce la traversa. Il Foligno, allora, inizia di nuovo a mettersi in moto per trovare il pareggio, che arriva nella ripresa. Valentini si fa beffe della difesa avversaria e supera Colombo. Dopo pochi minuti, Arezzo di nuovo avanti. Mincione aggancia Mancino e Raineri fischia il secondo rigore di giornata. Dagli undici metri Strambelli non sbaglia, siglando la doppietta personale. Il Foligno, però, decide di non arrendersi. Così Belli, sul finire di partita, trova la via del pareggio dopo un bel triangolo con Peluso. Tutto sprecato, però, perché Sicurella due minuti più tardi griffa l'ultimo sorpasso con un pregevole lob che scavalca Maraolo. Nel recupero, Belli viene espulso e Raineri fischia la fine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, il Foligno ci mette il cuore ma cade nel finale ad Arezzo

PerugiaToday è in caricamento