Martedì, 23 Luglio 2024
Calcio Pian di Massiano

Perugia, Sciurpa: "Il 20 maggio abbiamo presentato un'offerta, ma la richiesta è triplicata"

La trattativa con Santopadre sembra essersi complicata, ma l'amministratore delegato di Vitakraft non demorde e avverte: "Presenteremo domani un'ultima offerta, se non sarà sufficiente ci fermiamo qui"

Che la settimana appena iniziata promettesse dei fuochi d'artificio, dopo un periodo di relativa calma, era un fatto assodato. Il riferimento è chiaramente alla trattativa per il passaggio di proprietà del Perugia Calcio che vede protagonisti Massimiliano Santopadre e Claudio Sciurpa, l'imprenditore di Castiglione Del Lago che sta cercando da qualche settimana di costituire una cordata in grado di rilevare il pacchetto azionario del club biancorosso.

L'amministratore delegato di Vitakraft è stato ospite oggi a Fuoricampo, la trasmissione in onda in prima serata su Umbria Tv, sviscerando con chiarezza tutti i temi, ivi compreso lo stato dell'arte di questa contrattazione che sembra aver preso una strada più tortuosa. Tant'è che nelle prossime ore si potrebbe arrivare ad un punto di svolta, sia in positivo che in negativo. 

I soggetti della cordata

Sciurpa ha fatto capire senza alcuna remora chi c'è dietro il gruppo interessato a rilevare il club: "Nel gruppetto di amici ci sono i fratelli Antonini, Mauro Ricci ex Arenacuri. Per ora bastano loro. Triulzi Pierpaolo? E' un grande procuratore potrebbe essere utile per avere giocatori giovani con passaporto europeo".

Gli antefatti

"Vorrei fare un piccolo riassunto - ha proseguito Sciurpa - A marzo Santopadre mi confidò che era in difficoltà. Si rendeva conto di essere arrivato a dover affrontare un discorso difficile e dunque mi chiese una mano. Mi detto di voler vendere ma di non trovare mai persone serie. Mi chiese se conoscevo qualcuno, poi venni ad umbria TV e lanciai una pietra nello stagno, dicendo: se ci sono altri sei o sette imprenditori perché no? Questa provocazione ha raccolto molte manifestazioni di interesse. Poi il 25 aprile incontrai il presidente e mi feci dire quanto avrebbe voluto. Mi rispose che avrebbe voluto attendere i playoff. Il 20 maggio, dopo che l'agenzia entrate ha dato l'ok per lo stralcio del debito, ho inviato una mail con proposta seria sulla base di quel che mi aveva detto allora. Da quel giorno non ebbi nessuna risposta. Siamo arrivati al 31 maggio, sono andato a Fiano Romano, abbiamo visitato l'azienda e abbiamo fatto il punto della situazione". 

Complicazioni

La vicenda che ha rallentato ogni tipo di discorso è la seguente: "Con la ristrutturazione le cose sono cambiate. La richiesta è triplicata rispetto al 25 aprile". Il prossimo passo profuma quasi come un ultimatum: "Domani faremo una Pec ufficiale dove cercheremo di andare incontro alle esigenze di Santopadre facendo un'offerta che sia più vicino possibile a quel che vuole lui. Se va bene saremo felici altrimenti non sarà più possibile andare avanti. Le cifre? Le dirò quando sarà il momento. Dobbiamo trovare un punto di incontro perché serve la volontà di entrambi di concludere. Ci vuole responsabilità e rispetto per raggiungere un accordo di reciproca soddisfazione".

Questione stadio

Quello del Curi sarà un problema che verrà affrontato ma non subito: "E' nostra intenzione prima costituire una società seria, il resto si vedrà".

Mercato

Il Perugia, a causa di questo accordo, avrà diverse sessioni bloccate. In parole povere si potrà spendere quanto si incassa, non un euro di più: "Qualcosa possiamo fare, ma se arriviamo ad agosto tutto si complica".

Accademy

Sciurpa ha inoltre confidato che "Santopadre ci ha chiesto tre anni di esclusività con lo sponsor tecnico e le società affiliate e abbiamo dato disponibilità". 

Allenatore e ds

Non meno intricata si prospetta la situazione relativa a Formisano e Giugliarelli: "Se li sostituiremo? Vedremo, ma di certo porteremo uomini nostri all'interno della società". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, Sciurpa: "Il 20 maggio abbiamo presentato un'offerta, ma la richiesta è triplicata"
PerugiaToday è in caricamento