rotate-mobile
Calcio

Perugia-Ternana 1-1, pagelle: la capriola di Kouan tre mesi dopo, De Luca come Fermanelli

In gol l'ivoriano che non segnava dalla trasferta di Cremona, il centravanti imita "Claudio tira la bomba" sbagliando un rigore sotto la curva Sud

claudio sampaolo-2I giudizi sui grifoni di Alvini dopo il pari del Perugia al Curi contro la Ternana nel derby valido per la 18ª giornata di Serie B. Dopo un rigore sbagliato da De Luca è Kouan a portare in avanti il Grifo alla mezz'ora, con le Fere di Lucarelli che pareggiano però a inizio ripresa con Pettinari.

Perugia-Ternana 1-1, Alvini: "Rammarico, ma punto importante. Il Grifo è in viaggio"

La difesa

CHICHIZOLA 6 - Ad essere ligi al taccuino fa una sola parata in 96’, una respinta bassa al 51’ su conclusione di Palumbo dal limite ed ha zero colpe sul gol del pari. Ma quanti rischi con tiri che sfilano di poco a lato in un secondo tempo giocato troppo dentro la sua area.

SGARBI 6 - È sempre con la testa nella partita. Meglio nel primo tempo, condito anche da incursioni e strappi sulla trequarti che mettono in inferiorità il centrocampo ternano. La ripresa è marchiata dal gol di Pettinari che gli fila via da sotto il naso dopo l’uno-due con Falletti ed è un ko che lo condiziona, togliendo sicurezza.

CURADO  6 - Anche lui passa da un primo tempo autoritario ad un secondo con qualche difficoltà nei posizionamenti difensivi. Merito del jolly giocato da Lucarelli con Partipilo a destra, due attaccanti centrali più Falletti libero di inserirsi ovunque. Tutte cose che si sapevano, ma quando Alvini è corso ai ripari con la difesa a 5 era già troppo tardi.

DELL’ORCO 6 - I due centravanti avversari gravitano principalmente verso il centro-destra del Grifo e lui si trova spesso senza avversari. Ne approfitta per dare qualche appoggio in più a Lisi e per tentare qualche sovrapposizione. Più impegnato nella ripresa con Partipilo, al quale lascia fatalmente qualche giocata. Sulla prima nasce il gol del pari.

Il centrocampo

FALZERANO 6 - La frenesia gli gioca un brutto scherzo, perché riconquista la palla centralmente fuori dalla propria area, si butta in avanti e sbaglia appoggio. E sulla ripartenza la Ternana pareggia. Anche perché la difesa è scoperta proprio dalla sua parte, dove Falletti sfrutta l’insperata libertà mandando in rete Pettinari. Carica qualche buon cross, ma in mezzo all’area c’è sempre penuria di compagni.

BURRAI 6 - Nello scacchiere disegnato da Alvini gli tocca addirittura Falletti, e non essendo esattamente un marcatore cerca di limitarlo con la posizione sul terreno. Ma quando l’uruguagio se ne va in velocità lo stende e rimedia un giallo. Sbaglia poco in appoggio e disegna l’ennesima traiettoria millimetrica, innescando il quarto gol su calcio d’angolo con il suo quinto assist stagionale.

SEGRE 6 - Di impegno ne mette tanto, in pressione su Agazzi, a supporto di Falzerano lungo l’out di destra ed in chiusura anche su Falletti quando scivola dalle sue parti (ma sul gol se l’è perso proprio). Peccato, però, che sbagli due gol: al 50’su cross di Matos ed al 93’ su assist di De Luca, entrambe le volte calciando fuori da ottima posizione.

Perugia-Ternana 1-1, Kouan gode a metà: "Felice per il gol, non per il pari"

KOUAN 6,5 - Finalmente, dovremmo dire. Finalmente gioca una partita tosta senza nemmeno commettere la sua consueta sequela di falli, azzeccando pure giocate di spessore (24’: dribbling secco su Diakite) e, ovviamente, il gol di testa. Una fucilata con successive capriole che mancava dalla trasferta di Cremona, tre mesi fa.

LISI 5,5 - Contro Defendi vince ai punti, ma senza essere mai determinante nelle giocate offensive, senza uno spunto di quelli che gli hanno consentito di essere premiato come il miglior laterale sinistro dell’’ultimo campionato. Poi, quando Alvini si accorge che la trazione offensiva della Ternana lo costringe a fare quasi il marcatore, chiama Rosi e lo avvicenda.

L'attacco

MATOS 6 - La sufficienza la merita per il rigore trovato con un guizzo in area e con l’assist per Segre (50’), oltre che per il contributo dato alla causa, prova ne sia la rincorsa su Diakité, al 45’, fino alla bandierina del calcio d’angolo dalla parte di Chichizola. Costretto a fare l’esterno sinistro del 5-4-1 finale di Alvini alza bandiera bianca, non fosse altro che per i pestoni rimediati durante tutta la partita.

DE LUCA 5,5 - Lui non lo sapeva di certo, ma ha sbagliato un rigore sotto la curva sud esattamente come Fermanelli 30 anni fa. Anche allora finì in pareggio (0-0), l’unica differenza è che “Claudio tira la bomba” mandò la palla direttamente sopra la traversa, mentre De Luca, quantomeno, ha tirato centralmente come sempre. Troppo basso, però e sui piedi di Iannarilli. Meriterebbe la sufficienza solo per l’assist a Matos nell’azione del rigore e per quello al 93’ che Segre ha sprecato, nonché per le rincorse e per il pressing, spesso solitario, mai interrotto. Ma il rigore sbagliato pesa sulla bilancia.

Perugia-Ternana: i tifosi del Grifo caricano la squadra prima del derby

I subentrati

FERRARINI 5,5 - Sbaglia troppo in ripartenza veloce, in quella che dovrebbe essere la sua caratteristica migliore.

SANTORO sv - Non entra in partita.

ROSI sv - Dieci minuti per tamponare le falle difensive.

VANBALEGHEM sv - Otto minuti ed un tocco di mani che (per fortuna) Guida ed il Var giudicano involontario.

MURANO sv - Otto minuti senza toccare palla.

VIDEO Serie B, Perugia-Ternana: i tifosi del Grifo caricano la squadra prima del derby

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia-Ternana 1-1, pagelle: la capriola di Kouan tre mesi dopo, De Luca come Fermanelli

PerugiaToday è in caricamento