Calcio

Perugia-Cremonese 0-0, le pagelle del Grifo: Angella implacabile, Chichizola regista

I giudizi sui biancorossi di Alvini dopo il pari contro la capolista al Curi nella 24ª giornata di Serie B: gli ex Ciofani e Di Carmine sbattono sul capitano, Sgarbi fa il “libero” e Santoro il tuttocampista

claudio sampaolo-2I giudizi sui grifoni di Massimiliano Alvini dopo lo 0-0 contro la Cremonese (arrivata al Curi da capolista) nella 24ª giornata di Serie B. Un pari che arriva dopo i tre successi di fila (ad Ascoli, poi con il Frosinone e infine a Cosenza) ottenuti da un Perugia per il momento in lotta nella zona playoff . 

Perugia-Cremonese 0-0, Alvini: "Un Grifo all'altezza. Playoff? Daremo tutto..."

La difesa

CHICHIZOLA 6,5 - Visto che nessuno riesce quasi più a tirare verso di lui, nemmeno l’attacco-mitraglia della Cremonese (38 reti in 23 partite), si diletta a fare il regista basso del Grifo, così basso che più non si può. E non sbaglia quasi mai le verticalizzazioni. Di suo, tanto per timbrare il cartellino e fare un po’ di cinema, ci mette un tuffo plastico per andare a bloccare l’unico colpo di testa di Ciofani.

SGARBI 6,5 - Come già sette giorni fa contro il Frosinone, Alvini gli chiede di affiancare Angella nel mezzo, spesso dietro di lui senza un uomo da marcare. Una specie di libero vecchia maniera. Nella ripresa torna stabile sulla destra della difesa “a tre”dove gli capitano Baez ed a turno Valeri o il centrocampista che si inserisce. Prova il piede cercando Falzerano oltre le linee con ottimi risultati.

ANGELLA 7 - Assalta anche quel vecchio pirata di Ciofani, 36 anni suonati ma ancora un fiuto del gol innato, lasciandoli una zuccata nemmeno imperdibile in un’ora di gioco. Poi arriva Di Carmine, ma anche il nostro caro bomber va a sbattere contro il capitano.

DELL’ORCO 7 - Prima Strizzolo e poi Baez gli fanno davvero il solletico, e lui si dedica ad appoggiare il gioco sulla fascia sinistra, cercando triangoli e superiorità numerica in combutta con Lisi, Matos e Santoro. Entra in quasi tutte le situazioni offensive, come al 20’ quando avvia il contrattacco che alla fine libera De Luca in area. Nella ripresa, con la difesa che gioca uno contro uno e con l’ingresso di Zanimacchia, pensa più a coprire il campo.

Serie B, Perugia-Cremonese 0-0: niente poker, ma il Grifo non è un bluff

Il centrocampo

FERRARINI 6,5 - Ormai è diventato il jolly di Alvini, capace sia di fare il quarto di destra su Strizzolo (la settimana scorsa gli toccò Zerbin) sia, allo stesso tempo, di allungare la squadra lungo la corsia di destra.

BURRAI 6,5 - Lavoro oscuro nel mezzo contro Bartolomei, da mediano puro, visto che i lanci lunghi da dietro lo scavalcano in continuazione. Non a caso becca una ammonizione in chiusura e deve uscire per non rischiare ulteriormente.

SEGRE 6,5 - Anche lui molto applicato a difendere più che a impostare, con una attenzione massimale agli inserimenti di Gaetano alle spalle di Ciofani. Mancano un po’ gli inserimenti offensivi, ma quando si gioca a due è troppo importante tenere la difesa ben coperta. Nel taccuino un destraccio da 20 metri (70’), forte ma centrale.

LISI 6,5 - Attacca Casasola con i tempi giusti e nella prima mezzora mette in croce la Cremonese sulla sinistra. Al 15’ rientra sul destro e calcia a rientrare, costringendo Carnesecchi alla deviazione in angolo. Al 20’ fa uno-due con De Luca e lo mette in posizione di sparo dentro l’area. Regge per 75’ buoni contro chiunque, supportando anche Dell’Orco sullo scalpitante Zanimacchia.

Serie B, calciomercato: nuovo portiere per il Perugia, arriva lo svincolato Zaccagno

L'attacco

SANTORO 7 - Tuttocampista moderno, capace di recitare nella stessa “recita” più parti in commedia. Parte trequartista, con il compito di infilarsi alle spalle di Castagnetti (soprattutto a sinistra), ma butta anche un occhio su Sernicola quando prova a lasciare la difesa. Nella ripresa fa il metodista davanti ad Angella, recupera palloni e non perde mai la bussola. Da applausi il lancio da destra a sinistra per Lisi (53’), una sventagliata che pesca l’esterno sinistro libero da avversari.

MATOS 6,5 - Si infila attivamente in tutte le azioni offensive del primo tempo, sempre in appoggio ai suoi centrocampisti, sempre pronto a battagliare coi centrali della Cremonese. Peccato che non riesca mai a liberare il destro verso Carnesecchi.

DE LUCA 6,5 - Nei primi 3’ si perde almeno tre volte negli ultimi 16 metri, ma si rifà con gli interessi ingaggiando una battaglia forsennata contro tutti, anche quando retrocede fino alla sua difesa per contrastare Strizzolo in fuga. Vedendo la scena abbiamo fatto un pensiero che forse non piacerà alla filosofia di Alvini: ma se De Luca corresse un po’ meno, il necessario per non perdere poi lucidità sotto porta ed avere anche più forza per staccare di testa? Un consiglio al centravanti: non litighi mai con gli arbitri durante la partita. È molto pericoloso.

I subentrati

KOUAN 6 - Molto impegno nel recupero palla, ma come al solito sbaglia i passaggi importanti sulla trequarti.

FALZERANO 6 - Forse dovrebbe mettere i cross con più rapidità, invece ogni tanto si innamora dei dribbling e ritarda il lancio per le punte. In compenso Valeri non gli sfugge quasi mai.

OLIVIERI sv - Molto impegno, poche chanches nel cuore della difesa della Cremo.

BEGHETTO sv - Venti minuti concentrato.

CARRETTA sv - Arriva al quasi-gol, ma era in fuorigioco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia-Cremonese 0-0, le pagelle del Grifo: Angella implacabile, Chichizola regista
PerugiaToday è in caricamento