rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Calcio

Perugia-Alessandria 1-1, le pagelle: De Luca con l'istinto del bomber, Gyabuaa meglio di Ghion

I giudizi sul Grifo dopo il pareggio del Curi, seguito all'impresa di Cremona: Falzerano 'settepolmoni', errore decisivo per Rosi

I giudizi sul Perugia dopo l'1-1 contro l'Alessandria al Curi (seguito all'impresa di Cremona nel turno infrasettimanale), dove il Grifo è andato in vantaggio con De Luca al 14' per poi essere ripreso da Prestia appena tre minuti dopo.

GRIFONERIE Centrocampo “malato” di turn-over e il Curi diventa sempre più un tabù

LE PAGELLE:

CHICHIZOLA 6,5 - Rischia di uscire subito di scena con il fallo dopo 7’su Corazza lanciato in contropiede. Lo salva l’ennesima interpretazione del regolamento, che non parla più di fallo da ultimo uomo, ma valuta caso per caso. E diciamo che Marini ha deciso che Corazza non avrebbe fatto gol da 30 metri con la porta vuota… Per il resto uscite tranquille, e parate pari (quasi) a zero. Solo una determinante (70’), per intercettare un sinistro basso di Chiarello.

ROSI 5 - Perde la marcatura su Prestia e visto la penuria di occasioni da rete, è l’errore che decide la partita. Molto bloccato nel primo tempo, un po’ meglio nella ripresa, che chiude con un siluro di collo al 93’ mandato in angolo da Plisseri.

SGARBI 6 - Stavolta gli tocca fare il centrale, uscire in marcatura su Corazza e muovere la palla in fase di impostazione. Ci mette tutto l’impegno del mondo e almeno come idee ci siamo. Per esempio i filtranti rasoterra in verticale sulle punte sono quasi sempre precisi, un po’ meno i lanci. Ma non gli si può chiedere di fare il regista.

CURADO 6 - Promosso capitano un po’ a sorpresa (ma Rosi?), gioca molto di mestiere, senza peraltro appoggiare Lisi come da copione di Dell’Orco e, se vogliamo, di Zanandrea. Ma anche a lui, come a Sgarbi, non si può chiedere l’impossibile.

FALZERANO 6,5 - Ha il merito di lanciare De Luca nell’azione del gol, vedendolo in movimento sulla destra, ma la cosa migliore la fa al 37’, quando si toglie dalla marcatura sulla fascia, taglia al centro e innesca la prima vera azione manovrata del Perugia assieme a Kouan, Lisi e Carretta che va al tiro. Al 48’ ripete il copione del primo gol pescando Gyabuaa oltre le linee con un lancio di 40 metri, poi si mette in proprio con un sinistro insidioso ma debole (81’) e chiude da esterno sinistro al posto di Lisi. Quanti polmoni ha?

GHION 5,5 - Marcato a uomo da Milanese, nemmeno fosse Pirlo, fatica a sottrarsi e a indirizzare il gioco. Un po’ meglio nella ripresa quando ha più spazio e soprattutto Gyabuaa, che gli gioca più vicino offrendosi per l’uno-due o facendosi trovare smarcato sulla fascia.

Alvini: "Ci è mancata una vittoria sporca, ma il punto è positivo"

VANBALEGHEM 6 - A lui non si chiedono né regia né lanci illuminanti, solo di fare legna in mezzo al campo. Un po’ stile vecchio centromediano metodista. Fa pari e patta col regista avversario (Casarini), ma continuiamo a pensare che forse (diciamo forse) il suo ruolo potrebbe essere anche quello di difensore in grado di impostare da dietro. Ci aveva pensato Caserta, no?

LISI 6 - Sembra un po’ affaticato e lo si nota con evidenza perché non riesce quasi mai a superare Mustacchio sullo spunto. Dà un buon pallone a Carretta (52’), poi le prova tutte con grande generosità ma cade in area da solo dopo fuga e dribbling.

KOUAN 5 - Né fa una calda e una fredda. Per dire: è andato a farsi ammonire con un fallo del tutto inutile sulla trequarti piemontese, finendo addosso al terzino Parodi che era pure di spalle. Va bene che il gioco di Alvini prevede l’aggressione alta per riconquistare la palla, ma c’è modo e modo...

DE LUCA 6,5 - Lui vorrebbe più palloni in verticale, ma soprattutto più cross per sfruttare il suo colpo di testa. Sull’unico lancio nello spazio fa gol, grazie certamente al regalo di Di Gennaro, ma soprattutto con un destro millimetrico scagliato in corsa da posizione molto defilata. E sull’unico cross che arriva in area (Gyabuaa al 48’) mette la sua testa sopra a tutti ma spedisce a lato.

CARRETTA 5,5 - Molto lavoro sporco, ma poca mira in fase conclusiva. Quattro le conclusioni verso la porta (37’45’, 52’ 66’), nessuna con la determinazione sotto misura che dovrebbe avere una punta.

GYABUAA 6,5 - Ha festeggiato i suoi freschi 20 anni con una partita di spessore. Si muove molto, soprattutto sul centrosinistra per offrirsi ai centrocampisti e supportare Lisi. Da una su iniziativa nasce una palla-gol per De Luca. Finisce da esterno destro.

BURRAI sv - Mezzora per incidere, ma la partita si era già incanalata male.

SEGRE 6 - Idem come sopra. Merita sufficienza di stima per il gran destro (70’) che va fuori veramente di poco, con Plisseri immobile.

MURANO sv - Entra nelle mischie finali, ma non trova chanches.

MATOS sv - Prova ad aprire la difesa piemontese arretrando per giocare la palla, ma è sempre di spalle e gli avversari hanno gioco facile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia-Alessandria 1-1, le pagelle: De Luca con l'istinto del bomber, Gyabuaa meglio di Ghion

PerugiaToday è in caricamento