rotate-mobile
Calcio Pian di Massiano

Calcio, Santopadre replica a Di Nunno: "Parla molto, ma ci sono fatti a cui attenersi"

Il presidente del Perugia affida ad un comunicato stampa le sue sensazioni a seguito dell'ennesima esternazione del collega dei lombardi e assicura: "Lotteremo fino alla fine per giocare in B"

Massimiliano Santopadre passa al contrattacco. Le ennesime esternazioni del presidente del Lecco Paolo Di Nunno non sono piaciute al massimo dirigente biancorosso, che ha affidato le sue sensazioni ad un comunicato stampa che riportiamo integralmente di seguito:

" Il presidente del Lecco parla molto. Capisco che cerchi in qualche modo di influenzare le sorti di una vicenda le cui cause vanno ricercate solo nelle scelte di quella società. Ma bisogna stare ai fatti.

Il 27 giugno il Lecco ha incaricato un tecnico di progettare un intervento sullo stadio e di cercare i fondi necessari, pubblici o privati. Quelle carte sono depositate davanti al Tar e davanti al Collegio di Garanzia. Oggi, invece, si dice (a parole appunto) che nello stadio di Lecco è già stato speso un milione e mezzo di euro dalla proprietà...serve davvero chiedersi quale sia la verità? Non vado oltre perchè rispetto il Lecco certamente più di quanto la proprietà del Lecco non mostri di rispettare il Perugia.

Al presidente del Lecco auguro una lunga esperienza nella carica ma questo non significa che il Perugia non lotterà fino in fondo per giocare in Serie B".

Parole chiare e se possibile perentorie (tanto per rimanere in tema) che arrivano a tre giorni dal pronunciamento del Tribunale Amministrativo Regionale. Questa battaglia dialettica è destinata a non finire qua, c'è da scommetterci. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, Santopadre replica a Di Nunno: "Parla molto, ma ci sono fatti a cui attenersi"

PerugiaToday è in caricamento