rotate-mobile
Calcio Pian di Massiano

Calcio serie B, il Perugia attende il Pisa con dubbi dalla cintola in su

Per Baldini l'unica certezza è la difesa. Curado prova a recuperare ma andrà al massimo in panchina. C'è il nuovo preparatore atletico

L'antivigilia di una partita è la giornata in cui solitamente un allenatore inizia ad avere già le idee chiare su chi mandare in campo. Probabilmente Silvio Baldini le ha, anche se per ovvi motivi non lo ha fatto vedere. Chi sperava di intuire qualcosa in occasione dell'allenamento di stamani, risultato poi a porte aperte, sarà rimasto deluso, ma la pretattica, si sa, non può che essere il sale del calcio. Del resto quello che il Perugia affronterà sabato è un avversario anch'esso con l'acqua alla gola, quel Pisa nuovamente passato sotto la guida di Luca D'Angelo dopo che quest'ultimo non era stato inizialmente riconfermato per far posto a Maran. Poi c'è dell'altro: i nerazzurri in passato hanno creato più di un grattacapo ai biancorossi (l'ultima vittoria del Grifo è datata 2019) e la classifica non deve assolutamente trarre in inganno, nè in un senso nè in un altro, specie in queste primissime battute di campionato. 

RECUPERO IN EXTREMIS? - Fuori causa, e questo era già noto, Aleandro Rosi (atteso con la squadra ad inizio della prossima settimana essendo alle prese con una piccola lesione al polpaccio causata da un colpo subito nei precedenti allenamenti) e Ryder Matos, c'è chi è intenzionato a provarci. Marcos Curado ha svolto una parte dell'allenamento di stamani con il gruppo e, qualora le risposte in rifinitura fossero buone, potrebbe scattare la convocazione per il centrale argentino, che potrà andare però al massimo in panchina in vista di un recupero più completo per la partita successiva. 

TRA DUBBI (MOLTI) E CERTEZZE (POCHE) - C'è curiosità per la prima formazione che Baldini manderà in campo nella sua gestione. Di certo c'è che verrà schierato il 3-4-1-2, con la difesa, date l'assenza sicura di Rosi e le condizioni di Curado che ben che vada sarà a mezzo servizio, sarà obbligata: Angella, Sgarbi e Dell'Orco. A centrocampo i favoriti sono Casasola (ma occhio a Paz che in extremis potrebbe scalzarlo), Bartolomei, Luperini (o Santoro) e Lisi (o Beghetto). Kouan è favorito per giocare dietro le punte che potrebbero essere Di Carmine o Melchiorri (o Strizzolo).

NEW ENTRY - Nel gruppo che si allenava all'antistadio c'era una figura professionale nuova, il preparatore atletico Pasquale D'Antonio, che da oggi si occuperà dei muscoli dei calciatori. Di seguito il comunicato ufficiale:

"AC Perugia Calcio comunica che il nuovo preparatore atletico della prima squadra è Pasquale D’Antonio.

Ha lavorato con Matera (stagione 18/19), Paganese (stagioni 19/20 e 20/21) e Novara (stagione 21/22).

A lui l’augurio di buon lavoro!".

IL PROGRAMMA DELLA VIGILIA - Il Perugia svolgerà domani mattina una breve sgambata al Curi e a seguire Baldini terrà la sua prima conferenza pre gara da quando si è insediato alla guida della squadra. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio serie B, il Perugia attende il Pisa con dubbi dalla cintola in su

PerugiaToday è in caricamento