rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Calcio

Serie B, Como-Perugia 4-1: mezz'ora da incubo, il Grifo sparisce in riva al Lago

La squadra di Alvini travolta al 'Sinigaglia': dopo la traversa colpita in avvio da Sgarbi i biancorossi si sciolgono e vengono puniti da La Gumina, Cerri (in gol su rigore), Bellemo e Solini. Nella ripresa è inutile il gol di De Luca

Pesante batosta per il Perugia di Alvini, che dopo il successo sul campo della Spal viene travolto sul campo del Como nel nel match valido per la 12ª giornata di Serie B (che precede la sosta per gli impegni delle nazionali). Dopo una traversa colpita in avvio da Sgarbi, il Grifo crolla in una mezz'ora da incubo in cui incassa le reti di La Gumina, dell'ex grifone Cerri su rigore (tocco con il braccio di Dell'Orco visto dal Var), di Bellemo e Solini mentre solo il palo aveva negato il possibile momentaneamente raddoppio all'altro ex biancorosso Parigini. E a poco è servito il gol di De Luca a inizio ripresa a un Perugia che torna in Umbria con un pesante 4-1 sul groppone.

IL TABELLINO

LE SCELTE - Nel Grifo, con Angella ai box come l'attaccante Carretta, c'è Sgarbi al centro del trio difensivo completato da Rosi e Dell'Orco mentre a centrocampo torna titolare Kouan e sulle fasce ci sono Ferrarini e Falzerano (panchina per Lisi) con Matos e De Luca di nuovo insieme in attacco. Sull'altro fronte Iovine e VArnier danno forfait e restano in infermeria con Gatto: Gattuso lancia allora Parigini sulla destra del suo 4-4-2, che vede l'altro ex grifone Cerri far coppia con La Gumina in avanti.

SGARBI ILLUDE - Eppure l'avvio del Grifo aveva illuso i circa 350 tifosi biancorossi presenti in riva al Lago, con la traversa colpita da Sgarbi su una punizione 'pennellata' da Burrai (a lato poi il tentativo in tap-in di Kouan). Solo un fuoco di paglia, perché al 7' la squadra di Alvini si fa trovare scoperta e lascia campo a Chajia, che premia il taglio di un La Gumina perfetto poi a battere di prima Chichizola con il sinistro. Il colpo tramortisce il Perugia che inizia a ballare vistosamente e viene salvato dal palo all'11, quando Cerri lancia Parigini il cui destro al volo si stampa sul legno., ma incassa ancora poco dopo.

IL CROLLO DOPO IL VAR - Non è passato nemmeno un quarto d'ora quando il Var richiama Cosso al video per rivedere un tocco di braccio in area da parte di Dell'Orco su colpo di testa di Arrigoni: l'arbitro indica il dischetto dove l'ex grifone Cerri non ha pietà e raddoppia spiazzando Chichizola. In campo c'è una sola squadra e ancora Cerri innesca di petto Bellemo, che entra in area e di destro cala il tris (18') seguito poi dal poker firmato da Solini che tutto solo batte Chichizola di testa sugli sviluppi di un corner. E il Grifo? Non pervenuto: un destro di Burrai parato in tuffo da Gori (20') e una velenosa punizione dello stesso sardo, su cui De Luca manca il colpo di testa mandando fuori tempo Segre, sono le uniche altre 'scintille' di un primo tempo da incubo.

LA CRONACA 'LIVE'

RIPRESA 'INUTILE' - Dopo l'intervallo Alvini dà fiducia agli stessi unidici e De Luca prova a riaprirla dopo due minuti: splendido il lancio di Burrai per il centravanti che aggancia e insacca di sinistro dopo aver aggirato Gori. Tre gol di svantaggio sono però una montagna troppo alta da scalare per un Perugia che da inizio stagione fatica a trovare la via del gol e dopo un veemente avvio di ripresa non riesce più a pungere seriamente il Como. E dopo una conclusione a fil di palo di Burrai e un destro murato a Ferrarini è da dimenticare al 56' il colpo di testa di Kouan, con Alvini che prova allora a dare una scossa dalla panchina: dentro Vanbaleghem e Curado al posto di Segre e Ferrarini a mezz'ora dalla fine (con Rosi che sale a fare l'esterno a destra), poi Murano per Kouan (70') e infine i giovani esterni Righetti e Gyabuaa al posto di Rosi e Falzerano. 'Mosse' che portano a un pericoloso tiro-cross di Righetti e un destro di Murano (sempre attento Gori) ma non cambiano l'inerzia di un finale in cui è anzi il Como a sfruttare gli spazi, chiamando ancora in causa Chichizola con Chajia (73') e con Cerri (78'). Finisce 4-1 per i lariani e con un Grifo che ora dovrà sfruttare la sosta per incassare il colpo e ripartire.

Continua a leggere >>>

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, Como-Perugia 4-1: mezz'ora da incubo, il Grifo sparisce in riva al Lago

PerugiaToday è in caricamento