Calcio

Il Perugia torna a pensare al calcio giocato: domenica c'è il Lecce capolista

I biancorossi hanno svolto una seduta mattutina a porte chiuse. Intanto per Mazzoleni e Miele una "promozione" inattesa...

La conferenza stampa di ieri ha di fatto chiusa la spiacevole parentesi bresciana ed è tempo ora di guardare avanti, magari trasformare la rabbia accumulata in energia positiva. Il campionato di B corre e non c'è tempo di rimuginare eccessivamente: il Perugia ospiterà domenica pomeriggio un Lecce primo in classifica e che avrà un gran seguito di tifosi (700 i biglietti staccati per ora nel settore ospiti). Una partita dunque dall'alto coefficiente di difficoltà, con i biancorossi che non dovranno smarrire identità e coraggio malgrado le ultime due uscite siano state di gran lunga sfortunate anche per motivi oramai superflui da elencare. 

Giusto dunque tornare a pensare al calcio giocato: questa mattina ha avuto luogo la ripresa, aperta al pubblico, in vista del match contro la squadra salentina. I Grifoni sono stati divisi in due gruppi: hanno svolto differenziato alcuni giocatori che hanno preso parte al match del Rigamonti, normale lavoro tecnico tattico per gli altri. 

INFERMERIA E SQUALIFICHE - L'infortunio occorso ad Aleandro Rosi nel corso della trasferta di Alessandria si è rivelato più serio del previsto. Non ci sono conferme ufficiali, ma è possibile che la stagione del difensore ex Roma possa ritenersi conclusa. Tornerà regolarmente al suo posto al centro della difesa invece capitan Gabriele Angella, rimasto in panchina a scopo precauzionale a Brescia. Disco rosso infine per Gabriele Ferrarini, che si è visto recapitare intorno alla mezz'ora del primo tempo un doppio giallo, uno dei tanti episodi discutibili di questa partita. 

FORMAZIONE, I DUBBI PERMANGONO - A tre giorni dalla partita è difficile ipotizzare un undici titolare. Di certo ci sarà Angella in difesa, con Sgarbi e Dell'Orco che cercheranno di recuperare al meglio. A centrocampo tornerà a destra Falzerano, così come Lisi a sinistra. In mezzo andranno valutate le condizioni di Segre e Burrai. Davanti ampio il ventaglio di scelte: De Luca, che ha raggiunto la doppia cifra, dovrebbe essere l'unico punto fermo: D'Urso, Kouan, Matos ed un Olivieri dal dente avvelenato si contendono gli altri posti. 

LA DESIGNAZIONE CHE NON TI ASPETTI - Non ci sarà alcun riposo per Paolo Silvio Mazzoleni e Giampiero Miele, rispettivamente addetti al var e arbitro di Brescia - Perugia. Per loro è arrivata la designazione per Juventus - Spezia di domenica prossima. Mazzoleni sarà anche in questa occasione incaricato di gestire il mezzo tecnologico, Miele invece quarto ufficiale. Era lecito pensare che venissero adottati provvedimenti differenti, ma non è stato così. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Perugia torna a pensare al calcio giocato: domenica c'è il Lecce capolista
PerugiaToday è in caricamento