Martedì, 16 Luglio 2024
Calcio Pian di Massiano

Calcio serie B, per il Perugia match della verità a Modena. Castori: "Occhio alle palle alte"

Il tecnico, che dovrà fare a meno di Luperini, afflitto da problemi alla schiena, non ha la minima intenzione di gettare la spugna ed è fiducioso per il match del Braglia

Arrendersi mai, nemmeno quando una partita può profumare di ultima spiaggia o quasi. Il Perugia si gioca domani una buona fetta di stagione contro un Modena che in classifica ha sei punti in più e questo è ampiamente sufficiente per far assumere a questo match i contorni di un playout anticipato. Per l'occasione i biancorossi conteranno sull'esperienza di Aleandro Rosi e Gabriele Angella, ma non sul contributo di Gregorio Luperini. Il centrocampista pisano si allena a parte oramai da inizio settimana per problemi alla schiena e non sarà convocabile; Fabrizio Castori dal canto suo, conscio di giocarsi tantissimo, di gettare la spugna non ne ha la minima intenzione.

SPARTIACQUE - Ecco come il tecnico definisce lo scontro del Braglia di domani alle 14: "Di certo è una partita delicata, difficile. Il Modena non è molto lontano da noi, ad un certo punto la classifica bisogna anche guardarla. Senza voler drammatizzare naturalmente perché il campionato non finisce domani". 

PROGRESSI EVIDENTI - Il Perugia a Frosinone non ha sfigurato sul piano della tenuta, ma non ha riportato punti: "Siamo partiti forti e cercato di sorprendere la capolista. La partita è stata giocata bene per tutti i 90' a ritmo alto perché stiamo crescendo di condizione. Sono dati confortanti perché siamo migliorati a livello di gamba ed interpretazione della partita. Infine questa settimana siamo ripartiti senza perdere fiducia". 

L'AVVERSARIO - Ecco dove i canarini cercheranno di fare più male: "Loro sono una squadra fisica e pericolosissima nel gioco aereo. Dobbiamo farci trovare pronti sotto quell'aspetto. Deve essere uno stimolo giocare in uno stadio pieno. Massimo rispetto ma vogliamo continuare la crescita. Come l'affronteremo? Guardando a noi stessi e non sugli avversari, che hanno altre caratteristiche". 

IL TEMPO DELLE SCELTE - "Modifiche? Non posso anticiparle, ma posso dire che quelli che stanno meglio garantiscono una prestazione migliore, perché quello del ritmo gara è un concetto fondamentale. Non mi piace partire coi cambi obbligati. Sabato scorso Melchiorri non stava bene, Di Carmine, che avrebbe giocato, ha avuto la febbre all'ultimo. Speriamo non avvengano contrattempi questa settimana. I ragazzi si stanno allenando bene e stanno soffrendo, ma questo è motivo di condivisione, da cui per forza deve nascere qualcosa di positivo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio serie B, per il Perugia match della verità a Modena. Castori: "Occhio alle palle alte"
PerugiaToday è in caricamento