rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Calcio

Calcio serie B, Genoa - Perugia 2-0 | I protagonisti della partita

A fine partita microfoni aperti per il direttore sportivo Renzo Castagnini, che annuncia il ritiro, e il tecnico Fabrizio Castori

Il Perugia ha ancora le polveri bagnate e perde 2-0 a Marassi contro un Genoa che oramai vede da vicino il ritorno in serie A. Per i biancorossi, malgrado qualche piccolo miglioramento, il rischio C è sempre più impellente ma nonostante tutto si cerca di non perdere la bussola. 

Il direttore sportivo Renzo Castagnini, ai microfoni di Umbria Tv, esamina così il momento della squadra e annuncia un provvedimento importante: "Le non rimonte sono un dato di fatto inconfutabile, poi non era certo oggi la gara facile da recuperare. Io sono qui per dire che da lunedì mattina andiamo a Cascia, cosa concordata tutti insieme, squadra e allenatore. Quella di oggi è stata una prestazione buona, ci siamo ritrovati, abbiamo rivisto la squadra guardinga, che lotta, che battaglia e corre e questo ci dà la speranza per un buon finale di campionato".  A pesare sono stati i cosiddetti episodi spartiacque: "Fino all'intervallo del match contro la Reggina questo gruppo era stato capace di fare cose straordinarie, poi in una partita e mezzo ci siamo rimangiati tutto. Certamente non oggi perchè a Genova si può perdere contro una squadra più forte; oggi le sensazioni sono positive, siamo pronti a livello mentale e fisico, concentrati e sereni per le ultime cinque partite. Ho avuto la sfortuna e la fortuna di vivere già questi momenti, va fatto con concentrazione, senso di responsabilità e nel miglior modo possibile, altre strade non ce ne sono". Su Furlan: "Ha fatto benissimo, due buone partite, siamo contenti perchè in questo momento è una certezza. Anche Stefano (Gori, ndr) aveva fatto bene, poi nel calcio ci sono gli infortuni che possono succedere. Ora andiamo in ritiro a preparare la finale della Coppa dei Campioni". 

Alla stessa emittente anche il tecnico Fabrizio Castori ha emesso il suo giudizio: "Abbiamo perso contro una squadra più forte. ma ha giocato una buona gara, con un primo tempo di grande equilibrio pur prendendo gol, poi abbiamo tenuto botta e fatto la partita che dovevamo, ci siamo espressi secondo le possibilità. La squadra ha corso, dato tutto, equilibrata, tosta e compatta, vuole dire che è viva e ha la testa giusta per il finale di stagione". Sul primo gol subito: "Abbiamo giovani in rosa, che rappresentano una risorsa e qualche cosa concedono. Ma perdere qui non è uno scandalo, in casa non hanno mai preso gol. Ora abbiamo gli scontri diretti e quelle sono le squadre con cui dobbiamo fare punti e siamo fiduciosi". Sul ritiro: "Era già stato stabilito, con il Cosenza sarà il primo degli spareggi che ci aspettano, potremo tenere sotto controllo gli acciaccati, monitorare costantemente la situazione e arrivare con la concentrazione giusta alla sfida. Se ci servirà per rinascere? La rinascita riguarda chi è morto, noi siamo più vivi che mai". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio serie B, Genoa - Perugia 2-0 | I protagonisti della partita

PerugiaToday è in caricamento