Domenica, 14 Luglio 2024
Calcio

Crotone - Perugia 1-1 | Le parole di Alvini ed Olivieri

Il tecnico ed l'attaccante analizzano il pareggio dello Scida e credono ancora nella possibilità di raggiungere i playoff

Il pareggio di Crotone ha lasciato un po' di amaro in bocca a parte della tifoseria, ma non certo agli addetti ai lavori. Allo Scida, campo sempre difficile, termina 1-1 e la porta per la zona playoff resta aperta.

Massimiliano Alvini, consapevole che certe situazioni potevano essere gestite meglio, accetta di buon grado il verdetto del campo: "Giocavamo contro una squadra di valore, che poteva metterci in difficoltà. Era una partita difficile ed essere a quattro punti dai playoff a sei giornate dalla fine è un fatto positivo". Si è parlato di una certa inferiorità numerica a centrocampo: "Non sono d'accordo - puntualizza il tecnico - perchè nel primo tempo non abbiamo sfruttato l'occasione di segnare il 2-0. Nella ripresa abbiamo avuto tre palle gol importanti. Sapevamo che la partita poteva essere di questo tipo, ma non credo che abbiamo sofferto così tanto. Certo, abbiamo avuto più difficoltà rispetto al solito, ma è un buon pareggio". Ci si poteva attendere di più, soprattutto dopo aver sbloccato il risultato: "Nel primo tempo non siamo riusciti a fargli male, anche se ci hanno preso spesso in ampiezza con Marras. Mi aspettavo un'aggressione da parte loro, poi speravo nella ripresa di trovare più spazi". Cittadella ultima spiaggia: "No, troppo riduttivo. Si vive male questo momento". Sull'impiego di Carretta dall'inizio e l'ingresso di D'Urso nel finale: "Ha giocato una partita importante, credo abbia scombussolato i piani del Crotone. D'Urso sta crescendo, avrà di sicuro più minutaggio perchè sta entrando nei nostri principi di gioco". Ed infine: "Appagamento, non esiste". 

E' il turno di Marco Olivieri, autore del gol del provvisorio vantaggio: "E' un punto che muove la classifica, ora dobbiamo vincere a Cittadella. Non era una passeggiata e lo sapevamo". L'attaccante è stato spesso fischiato da una parte del pubblico per il suo presunto rifiuto di indossare la casacca rossoblù in gennaio: "Non ho mai rifiutato nessuno, quando è arrivata la chance del Perugia non ci ho pensato un attimo. Ho ascoltato tutti, non capisco perchè mi abbiano offeso". Sulla partita: "Siamo stati bravi a sbloccarla, poi è arrivato l'episodio del rigore e la partita è stata indirizzata sul pari". Infine, sul suo momento personale (4 sono i gol realizzati dal suo arrivo in Umbria): "Fare gol è il mio mestiere, ero un giocatore normale prima e lo sono ora". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crotone - Perugia 1-1 | Le parole di Alvini ed Olivieri
PerugiaToday è in caricamento