Domenica, 21 Luglio 2024
Calcio Pian di Massiano

Calcio serie B, per il Perugia match "terribile" a Frosinone ma Castori crede nell'impresa: "In questo campionato tutto è possibile"

Il tecnico, che ha anticipato ad oggi la conferenza pre gara, è fortemente intenzionato a ripetere l'exploit di Reggio Calabria. Ci saranno anche gli ultimi arrivati

Il ko contro il Cittadella è stato di quelli che ha fatto male e il Perugia dovrà per l'ennesima volta ricominciare da zero in questa stagione fino a questo momento tribolata. L'avversario, almeno sulla carta, non sembra essere quello adatto: il calendario riserva ai biancorossi la trasferta sul campo di un Frosinone capolista un po' a sorpresa per quelle che potevano essere le previsioni, ma con pieno merito vista la qualità del gioco espresso. Ci sarebbero tutte le condizioni per temere questa partita ma, vista la classifica e la distanza non proibitiva dalla zona salvezza, non ci si potrà permettere di farlo per nessuna ragione. 

Fabrizio Castori, che ha deciso di anticipare di un giorno la partenza per la Ciociaria, è tornato a parlare prima di una partita come non accadeva da prima del derby e potrà contare anche su una sua vecchia conoscenza, quell'Aljaz Struna che oggi è stato ufficializzato (assieme al portiere Alessio Abibi) e che ha condiviso con il tecnico di San Severino Marche importanti esperienze a Varese e Carpi. 

STRUNA - Ecco come Castori descrive l'ultimo arrivo in casa Grifo: "E' un difensore centrale che può ricoprire tutti i ruoli del reparto arretrato. Calcia con entrambi i piedi e ha fisicità, speriamo ci possa dare una mano. Se è pronto? Faccio fatica a dirlo, il ritmo gara lo prendi giocando".

ANGELLA E ROSI - Sulla questione, ancora avvolta da numerosi punti di domanda, il tecnico taglia corto: "Non sono disponibili ad oggi, vediamo che accadrà nei prossimi giorni". 

IL MATCH DELLO STIRPE - Castori ha detto che questa partita si presenterà come "molto difficile, perché sono una squadra giovane che viaggia con il vento in poppa. Nessuna partita però è impossibile perché questo campionato è molto livellato e si può vincere anche con le prime e viceversa"

MORALE MA NON SOLO - "Abbiamo lavorato con impegno in settimana. Più che il morale conta la volontà per acquisire la migliore condizione". 

PARTENZA ANTICIPATA, ECCO PERCHE' - Si parte oggi "per essere più concentrati e avere meno stress. E' una trasferta lunga e quattro ore di pullman possono pesare"

L'AVVENTO DI CASTAGNINI - "Intanto è una figura che ci voleva e il suo curriculum è sotto gli occhi di tutti. Sono felice del suo arrivo e penso di avere un buon feeling con lui, cosa per me fondamentale. Mi ha cercato due anni fa ma poi sono andato a Salerno, ma anche quella di Palermo sarebbe stata una bella opportunità". 

PUNTO DI NON RITORNO - La squadra ha assunto la consapevolezza di dover dare di più? "Assolutamente sì. Domenica scorsa abbiamo toppato i primi minuti poi è stato difficile recuperare anche per via di certi episodi. Vogliamo invertire il trend, ma serve un taglio netto". 

PARTENZA DIFFICILE, LE MOTIVAZIONI -  "Analizzare i perché di un avvio così sbagliato non è semplice. Per certi aspetti possiamo dire che il campionato è iniziato prima e il cerchio lo abbiamo chiuso in ritardo. I risultati poi non hanno aiutato così come gli episodi. Ci vorrebbe tempo che però inizia a stringere. Nonostante tutto la B ti fa sperare di poter fare risultato con chiunque".

TROPPI GOL PRESI - La difesa, un tempo tra le migliori, sembra essere la brutta copia dello scorso anno, specie nei primi 15': "Ogni stagione è diversa. L'errore è pensare che le prestazioni del passato possano essere ripetute.  Dobbiamo lavorare sul carattere e la personalità della squadra. Il gol ci può stare che lo prendi, ma serve reagire sennò è tutto più difficile". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio serie B, per il Perugia match "terribile" a Frosinone ma Castori crede nell'impresa: "In questo campionato tutto è possibile"
PerugiaToday è in caricamento