Altro

Il super Challenger Atp di Perugia, Passaro approda ai quarti. Il big Darderi vince e convince...

La mattina si è aperta con la vittoria in doppio di Federico Cinà e Francesco Maestrelli, che si sono aggiudicati per 6-2 6-3 il quarto di finale con Marcelo Demoliner e Guillermo Duran

Non è facile giocare in casa. Ancora più difficile quando tutti si aspettano delle prestazioni eccezionali dopo l'incredibile rinascita avvenuta nell'ultimo mese. Per adesso agli Internazionali di Perigia di Tennis (140mila di montepremi, tra i Challenger Atp più importanti di Europa) il perugino Francesco Passaro è riuscito a mantenere un livello di gioco altissimo conquistando i quarti di finale dopo aver travolto l'esperto l'italo-argentino Agamennone per 6-1 e 6-3. Il tutto in un Tennis Club bellissimo, pieno e con una organizzazione che vale un Atp 250, ovvero uno dei tornei maggiori, che è il sogno degli organizzatori Marchesini-Cancellotti. Passaro ha ribadito uno strapotere da fondo con un dritto pesantissimo che gli permetteva spesso di andare a prendersi il punto a rete. Ottimo il super-servizio che è in linea con i big dato che oscilla tra i 190 ai 220 all'ora. Ora però arriva il difficile: cercare di conquistare il torneo di casa che darebbe al 23enne un ulteriore sicurezza ed soprattuto permetterebbe di entrare nei primi 100 (attualmente 133). 

Ma nel super-torneo perugino c'è anche la testa di serie numero uno (41esima posizione mondiale Atp) Luciano Darderi che vince e convince agli Internazionali di Tennis Città di Perugia approdando ai quarti di finale con una prova convincente ai danni di Andrea Pellegrino, sconfitto con lo score di 6-3 6-3. Nella giornata di domani Darderi attende il vincente del big match serale tra Fabio Fognini e Matteo Gigante. Nell’altro secondo turno del pomeriggio vittoria di Daniel Altmaier, protagonista di un 6-3 7-6(4) contro Stefano Travaglia.

Darderi: “L’Olimpiade per me più importante di Wimbledon” – Quello tra Luciano Darderi e il Challenger di Perugia è un feeling che si rinnova. Già semifinalista nel 2022, quando da qualificato sorprese la concorrenza, l'azzurro questa volta vuole il titolo. La vittoria su Andrea Pellegrino per 6-3 6-3 è la conferma del suo ottimo stato di forma: “Qui la palla salta tanto, quindi l’approccio al match non è facile. Dopo i primi due game ho fatto una grande partita. Sono contento di essere tornato a Perugia, nel 2022 ero qui praticamente da 300 del mondo ma sapevo di avere questo livello. In questi mesi ho vissuto esperienze speciali e tornare in Umbria dopo tutto questo lo è altrettanto”. Il pubblico umbro ricambia l’affetto di “Lucio”, lanciato dieci mesi fa proprio dal successo nel Challenger di Todi quando era numero 250 del mondo ed era scottato dall’assenza dalle qualificazioni degli US Open. Questa settimana Darderi ha beneficiato di una wild card per tenere il ritmo sulla terra, superficie dove tra poco più di un mese giocherà l’Olimpiade di Parigi. 

Prima la trasferta sull’erba, che culminerà con la prima volta nel tabellone principale di Wimbledon: “Per me l’Olimpiade è molto più importante di Wimbledon. Questo sarà il primo anno in cui gioco Halle, Maiorca e il main draw dei Championship. Non ho tante aspettative, vedremo come andrà”. La mattina si è aperta con la vittoria in doppio di Federico Cinà e Francesco Maestrelli, che si sono aggiudicati per 6-2 6-3 il quarto di finale con Marcelo Demoliner e Guillermo Duran. In singolare invece avanza Daniel Altmaier, quarta testa di serie che ha sconfitto Stefano Travaglia per 6-3 7-6(4). La giornata proseguirà con Fognini-Gigante (non prima delle 20.30).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il super Challenger Atp di Perugia, Passaro approda ai quarti. Il big Darderi vince e convince...
PerugiaToday è in caricamento