rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Altro

Tennis, il perugino Passaro è un ragazzo "d'oro": ai Giochi del Mediterraneo si porta a casa doppio e singolare

Battuto in rimonta lo spagnolo Lopez Montagud. Il pupillo di Roberto Tarpani non si ferma

Ha sofferto e lottato, alla fine è ancora oro per Francesco Passaro, il 21enne tennista dello Junior Perugia che a Oran, in Tunisia, ha difeso i colori della Nazionale ai Giochi del Mediterraneo.  Una spedizione tutta d'oro per l'allievo di Roberto Tarpani, suo coach allo Junior e capitano della squadra azzurra in questa fortunata edizione dei Giochi. Perché il tennis riporta a casa tre belle medaglie. I due ori di Passaro (220 della classifica Atp), in doppio con Matteo Arnaldi, e in singolare battendo al terzo (6-7 6-4 6-3) quel Lopez Montagud già battuto nell'atto conclusivo del torneo di doppio. Un argento anche dal singolo femminile, con Nuria Brancaccio sconfitta in finale, in un altro "derby" Italia- Spagna, Guiomar Maristany Zuleta, ma con una bella medaglia al collo per arricchire ulteriormente una bacheca da ricordare. E poi il bronzo delle ragazze, con la stessa Nuria in coppia con Aurora Zantedeschi. L'Algeria ha portato bene alle nostre racchette: in campo e in panchina la squadra ha dimostrato che ci sarà da divertirsi in futuro.

Francesco sta dimostrando di valere il grande tennis internazionale in quest'annata straordinaria dove è cresciuto fisicamente, il suo gioco si è fatto potente e completo e a livello psicologico riesce a reggere sempre di più le pressioni psicologiche dei punti chiave. Tre finali challenger e la conquista dei Giochi del Mediterraneo la dicono lunga sul potenziale del perugino che è ad un passo da poter accedere alle qualificazioni degli Usa Open, l'ultimo grande torneo slam della stazione. Ora però serve un ulteriore salto di qualità: adattarsi alle altre superfici oltre che la terra rossa. Fondamentale è prender confidenza e misure sul duro - quello che un tempo di definiva cemento - e sui tappeti veloci dei tornei di fine anno al chiuso. Questa è la grande sfida per un ulteriore salto di qualità. Gli esperti dicono ormai tutti che Passaro vale i primi 100 del mondo in classifica. A soli 21 anni c'è ancora tanto tempo per crescere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tennis, il perugino Passaro è un ragazzo "d'oro": ai Giochi del Mediterraneo si porta a casa doppio e singolare

PerugiaToday è in caricamento