Sabato, 13 Luglio 2024
Altro Corciano

Ciclismo, in 540 per la Medio fondo del Quasar

Seconda edizione della gara dopo lo stop causa covid. Via ufficiale al circuito Terre d'Etruria

A tre anni di distanza dalla prima edizione, dopo un lungo stop forzato a causa della pandemia, sono stati quasi 540 i ciclisti che non sono voluti mancare al ritorno della Medio fondo del Quasar, la cicloturistica organizzata dall’Asd Grifo Bike Perugia in collaborazione con il centro commerciale Quasar Village e il patrocinio del Comune di Corciano, prima e nuova tappa del circuito Terre d’Etruria.

Un successo e una vera e propria festa dello sport con le iscrizioni triplicate rispetto al 2019. La bella giornata di sole di domenica 13 marzo ha favorito la partecipazione degli atleti e la possibilità di visitare e ammirare i paesaggi collinari e i borghi del Trasimeno-Corcianese. “Il numero di partecipanti è stato molto superiore alle aspettative – ha commentato soddisfatto Umberto Alunni Breccolenti di Grifo Bike – e il percorso e l’organizzazione sono stati molto apprezzati da tutti. Estremamente positiva la sinergia tra associazioni sportive, Quasar e istituzioni. Insieme riusciamo a promuovere nel migliore dei modi il nostro territorio, lo sport, la salute e la cultura. Una cicloturistica coinvolge infatti tutti questi aspetti. In questo contesto abbiamo proposto pure una cronoscalata, ma l’agonismo non è stato certamente l’aspetto predominante. L’obiettivo nostro era quello di stare insieme e ci siamo riusciti”. Due, infatti, erano i percorsi con partenza e arrivo al Quasar Village a cui era possibile partecipare, uno medio di 91 chilometri con dislivello di 1.450 metri e uno corto di 60 chilometri con dislivello di 600 metri. La cronoscalata si è svolta da Sant’Andrea di Sorbello a Preggio. Punti ristoro per i ciclisti sono stati allestiti a Castel Rigone e Mugnano, mentre al termine della corsa tutti gli atleti hanno potuto pranzare insieme all’interno della struttura del Quasar.

“Questa new entry – ha dichiarato Paolo Norcini, responsabile del circuito toscano umbro Terre d’Etruria – è stata una scommessa vinta. Una prova importante che dà il via alla stagione 2022 della nostra manifestazione. Noi veniamo dalla Toscana e come tutti gli altri atleti abbiamo avuto così l’opportunità di pedalare in questi posti bellissimi e scoprire degli scorci favolosi. Un successo”. “Il nostro – ha spiegato la direttrice del Quasar Village Tiziana Zetti – non è solo un luogo di shopping ma ci proponiamo sempre più anche di ospitare e promuovere grandi eventi sportivi come questa Medio fondo. Cerchiamo di prestare massima attenzione allo sport e alla socializzazione perché li riteniamo fondamentali per un crescere sano. Ad esempio, a novembre riproporremo la grande gara podistica Straquasar e abbiamo realizzato campi da padel che sono sempre affollati”.

“Sosteniamo pienamente e crediamo in queste manifestazioni sportive che esprimono la voglia delle persone di ripartire e stare insieme – ha detto Andrea Braconi, assessore all’associazionismo e allo sport del Comune di Corciano –. In questo senso, a breve partiremo con progetti importanti per dare vita a cinque sentieri tematici nel territorio di Monte Malbe”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclismo, in 540 per la Medio fondo del Quasar
PerugiaToday è in caricamento