menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monza, un eugubino sul ponte di comando

Fabrizio Fondacci è il direttore di gara del prossimo Gran Premio d’Italia di Formula 1

Apprezzato direttore di gara a livello nazionale ed internazionale, Fabrizio Fondacci, eugubino purosangue, archiviato il Trofeo Fagioli, si appresta ad affrontare la fase più impegnativa di tutta la stagione sportiva, la direzione gara del Gran Premio d’Italia di Formula 1 e di tutte le gare di contorno. Un incarico di grande responsabilità il suo, che esige esperienza e una grande professionalità, doti che l’eugubino ha più volte evidenziato  nelle numerose gare che è stato chiamato a dirigere in Italia e all’estero, dai rally, alla velocità in salita, alla pista. “Dirigo la Formula 1 a Monza ormai da diversi anni – afferma Fondacci – ma questa edizione è molto particolare. Le misure di sicurezza infatti sono estremamente rigide, ci siamo sottoposti tutti al tampone e tutto è stato predisposto per evitare i contatti tra le diverse componenti di persone che gestiranno la gara. Siamo divisi in tre gruppi, ed ogni gruppo lavorerà nel proprio ambito, le riunioni con commissari sportivi ad esempio  si svolgono in via telematica sulla piattaforma zoom, così come i briefing con gli altri addetti ai lavori. In direzione gara saremo solo in due, io e il direttore di prova della F.1 Michael Masi. A me è affidata la gestione della sicurezza, e tutte le decisioni da intraprendere in caso di problemi durante la gara. Dialogo costantemente con tutti i referenti in pista per coordinare tutti gli interventi che dovessero essere necessari”. Una grande soddisfazione quindi. “Certo – conclude Fondacci – ma anche una responsabilità enorme. A me è affidata non solo la gara di Formula 1, ma anche le altre gare di contorno: la Formula 2, la Formula 3 e la Porsche Cup”. La gara di Monza si correrà a porte chiuse, ovvero senza pubblico, ad eccezione di circa 200 ospiti selezionati dall’Automobile Club d’Italia e una rappresentanza di medici e di infermieri. Domenica, prima della gara, infine, l’Inno d’Italia sarà eseguito dal coro degli Alpini. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento