menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa Pitignano, festa della Madonna della Croce: attesa e venerata dal popolo e dai sacerdoti del posto

Una ricorrenza triennale fondata su un culto antico e cara a tutto il popolo di Dio: ecco come si celebra

Nella parrocchia di Villa Pitignano, alle porte di Perugia, ogni tre anni cade la ricorrenza della Festa della Madonna di Santa Croce. Per l'occasione il paese veste i colori della sua Protettrice: le facciate delle case, i terrazzi e i cancelli delle case sono appositamente ornati di bianco e celeste.

La festa celebra Maria venerata con il titolo di Santa Croce; a Lei era dedicata difatti una piccola chiesa, nota già nel duecento e ormai diruta, posta sulla cima del colle che domina il paese. Dal secondo Dopoguerra, a causa dei bombardamenti subiti nel periodo bellico, la statua lì presente (un gruppo ligneo di probabile matrice duecentesca, fortemente ritoccato nell’ 800) è stata trasferita tra le mura del borgo medievale, nella chiesa parrocchiale dedicata a Santa Maria Assunta.

Per tutto il mese di settembre la parrocchia vive un ricco calendario di momenti di preghiera e liturgia, con la partecipazione, oltre che dei sacerdoti don Alberto Veschini e don Nicolò Gaggia, anche di tre parroci cari a questa gente, che proprio quest’anno festeggiano importanti anniversari e che, in passato hanno svolto il loro ministero sacerdotale a Villa Pitignano: don Fabio Quaresima e don Paolo Ianni (50 anni di sacerdozio) e don Nazzareno Fiorucci (25 anni). Questa festa è cara anche al giovane don Francesco Verzini, parroco di Colombella, che in questi luoghi è cresciuto e che tra le mura dell’oratorio di questa parrocchia ha accolto la vocazione sacra.

I festeggiamenti

Il calendario prevede, oltre alle sante Messe celebrate con una menzione speciale per i malati, gli anziani, i giovani e le famiglie della “Ecclesia” parrocchiale, anche la benedizione delle case, rigorosamente dall’esterno, ogni sabato e domenica. Trepidante è l'attesa dei “Villaioli” per il pick-up allestito a festa a modo di baldacchino, sul quale la statua della Madonna di Santa Croce è collocata e trasportata per le vie del paese e delle campagne circostanti.

La festa avrà conclusione domenica 27, alle 20.30, con la recita del Rosario e la solenne reposizione della statua nella nicchia d’onore, posta nella chiesa parrocchiale, che l’ospiterà per i prossimi tre anni.

Per informazioni su tutti gli eventi del programma liturgico: www.pontefelcinoup.it – facebook: Confraternita del Santissimo Sacramento in Villa Pitignano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento