A piedi per l'Umbria, una vacanza alternativa

Se siete stanchi della solita vacanza "standard" ecco i siti che propongono gli itinerari più belli dell'Umbria, in base alle vostre capacità. Evitate il "fai-da-te", meglio partire informati

Se state pensando a una vacanza differente dal solito, stanchi delle code in autostrada, della ressa sulla spiaggia, del caldo afoso sotto l’ombrellone allora questo è il tipo di vacanza per voi: a piedi attraverso l’Umbria.

Verdi boschi, colline, ruscelli rinfrescanti e per compagni di viaggio animali selvatici: non è una favola, ma quello che realmente potrete vivere attraversando l’Umbria in cammino, su uno dei mille sentieri e itinerari proposti in rete da esperte guide o associazioni di settore.

Infatti, in questo campo il fai-da-te è sconsigliato: meglio essere ben documentati e ben forniti prima di iniziare l’avventura alla scoperta dei sentieri più incantevoli della nostra regione.

Umbria a piedi: dove trovare le informazioni

Prima di prendere lo zaino sulle spalle, è bene conoscere a che cosa si andrà incontro. Infatti, oltre a seguire i sentieri tracciati per tutta la regione, è indispensabile sapere come equipaggiarsi per il viaggio e come suddividerlo in tappe adatte al proprio passo.

Ecco quello che non deve mancare nel vostro zaino: 

  • Borraccia con acqua: è vero, in Umbria incontrerete molto ruscelli nei boschi, ma onde evitare di rimanere a secco, portatevi dietro una scorta di almeno due litri d’acqua.
  • Bussola o GPS: uno strumento indispensabile in qualsiasi tipo di escursione, anche giornaliera, specie in aree molto boschive dove sia difficile orientarsi a vista
  • Telo termico: un foglio di alluminio che serve a trattenere il calore corporeo in caso di emergenza. Leggero e poco ingombrante, ma molto utile se il tramonto vi sorprende e le temperature calano improvvisamente, essenziale per proteggersi.
  • Torcia elettrica: non deve mai mancare, meglio se impermeabile e con una batteria di lunga durata. Necessaria anche per le escursioni giornaliere, specie quando si rischia di essere sorpresi dal tramonto. Ideale averne anche una di scorta
  • Coltello Multiuso: semplice e con una lama resistente, con forbici incluse
  • Accendino o fiammiferi: (antivento e impermeabilizzati con cera)
  • Una candela in cera: utile in caso si voglia accendere un fuoco
  • Fischietto: deve essere metallo e dal suono potente, utile a farsi rintracciare nel buio in caso di necessità
  • Cordino da roccia: E’ necessario averlo sempre dietro, per una lunghezza di almeno 5 o 6 metri e un diametro di 3 mm, può aver svariati usi

Tutto questo se non volete campeggiare all’aperto e volete approfittare di uno degli ostelli o agriturismo sparsi anche lungo i tanti sentieri tracciati dalle guide. Altrimenti dovrete dotarvi anche di tenda, materassino e quanto è necessario per una sosta notturna in sicurezza.

Itinerari a piedi in Umbria: dove trovarli

Tra i siti che recensiscono e indicano gli itinerari da percorrere a piedi attraverso la regione verde, www.trekkingumbria.it/ è uno dei più completi. Vi indica quali sono i parchi dell’Umbria e se ci sono escursioni giornaliere organizzate per viaggiare in compagnia.

Il sito htwww.meravigliosaumbria.com propone un vero e proprio viaggio a piedi tra le location più suggestive dell’Umbria, compreso tra gli otto e i dieci giorni. In questo caso sarete sempre accompagnati da guide specializzate.

Il sito Parks.it propone una serie di percorsi inseriti e recensiti direttamente da chi li ha attraversati: una specie di Trip Advisor delle camminate in libertà

Il sito Turismo.it offre cinque percorsi immersi nella natura dell’Umbria.

Sempre molto utile, poi, risulta consultare il sito del Club Alpino Italiano, che nella sezione di Perugia indica tutte le escursioni e le gite programmate.

Se invece il vostro è un viaggio non solo del corpo, ma anche dello spirito, allora il sito Terra dei Santi fa per voi. Oltre a proporre itinerari a piedi e con altri mezzi, mette infatti a disposizione una serie di accomodations e servizi per tutti i tipi di turista.

Infine, per il turismo religioso, imperdibile è la Via di Francesco, un unico cammino per raggiungere Assisi sui passi di San Francesco, partendo da Nord (La Verna) o da Sud (Roma)
. Un po’ sull’idea del Cammino di Santiago de Compostela, ma riportata sui territori francescani.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento