social

Tiziano Scarponi è il nuovo presidente dell'associazione "Cuor di leone", dedicata alla sensibilizzazione sulle cardiopatie

Lascia la carica Quartilio Mosconi dopo anni di presidenza dell'attivissima onlus, che persegue attività di prevenzione sulle cardiopatie e riabilitazione delle persone cardiopatiche

Tiziano Scarponi è il nuovo presidente dell’associazione Cuor di Leone Onlus, dedicata alla riabilitazione di soggetti cardiopatici: dopo tanti anni, il Presidente uscente Quartilio Mosconi lascia le redini medico perugino, eletto ad un’unanimità dal Consiglio direttivo svoltosi a Perugia presso l’Hotel Sacro Cuore. 

Grande commozione e riconoscenza nelle parole dell’ex presidente Mosconi, che ha ribadito di voler continuare a dare il proprio sostegno all’associazione, anche se non più in qualità di presidente.

L’assemblea, durante la quale si sono approvati i bilanci preventivi e consuntivi, è stata anche occasione per discutere delle varie problematiche e dei progetti futuri che interesseranno l’associazione, tra cui la questione relativa alla mozione presentata dagli assessori regionali Fioroni e Pastorelli, approvata dall’Assemblea Legislativa della Regione Umbra, in merito al miglioramento de servizio di cardiologia riabilitativa, con la presa in carico dei pazienti operati.

Un tema questo molto caro all’ex presidente, ma che sicuramente interesserà anche Scarponi, medico e da tempo membro dell’associazione Cuor di Leone Onlus.

Ha detto il Presidente Tiziano Scarponi "Il mio intento è quello di privilegiare l’azione verso la prevenzione secondaria del cardiopatico: favorirne l’adesione ai percorsi diagnostici terapeutici, aiutarlo a risolvere i problemi collegati alle liste di attesa, motivarlo ad instaurare dei corretti stili di vita, trovare delle risposte a chi necessita una riabilitazione in degenza. Gli obiettivi sono ambiziosi e per raggiungerli dovranno essere percorse diverse strade favorendo il massimo coordinamento fra le varie associazioni dei pazienti esistenti nel nostro territorio. Cercheremo di vigilare per la salvaguardia di un’assistenza sanitaria pubblica, qualificata e di prossimità collaborando con tutti coloro che condividono questo essenziale diritto di ogni cittadino".

Cosa fa l'associazione Cuor di Leone

“Cuor di Leone” persegue da sempre finalità di solidarietà sociale, rivolte alla prevenzione per corretti stili di vita e riabilitazione di soggetti cardiopatici, con attività mirate al favorire l’assistenza e la riabilitazione dei pazienti, sostenere le strutture sanitarie per la diagnosi e la cura, promuovere iniziative di prevenzione, sostenere la formazione professionale degli operatori del settore. L'associazione prosegue inoltre la propria attività di confronto e relazione con le altre associazioni presenti in Umbria che si occupano delle problematiche attinenti al cuore; l'obiettivo è quello di condividere l’esperienza associativa e creare un coordinamento che possa divenire interlocutore nei confronti delle istituzioni regionali allo scopo di presentare in modo unitario le istanze che vengono dai propri associati.
Tutti questi obiettivi e finalità saranno portati avanti anche dal nuovo consiglio direttivo formato da: Alunni Gianfranco, vicepresidente; Pasquini Fausto, segretario; Passeri Alberto, tesoriere; Matrigali Massimo, addetto alla comunicazione; Capitani Adelio, consigliere; Piersanti Carlo, consigliere; Saccarelli Maria Gabriella, consigliere; Sbugia Claudio, consigliere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiziano Scarponi è il nuovo presidente dell'associazione "Cuor di leone", dedicata alla sensibilizzazione sulle cardiopatie

PerugiaToday è in caricamento