Mercoledì, 16 Giugno 2021
social

Caprioli intrappolati a San Sisto e un ospite arrivato da lontano: c'è sempre lavoro al Cras di Perugia

Rimesse in libertà le due "curiose amiche", gli operatori dell'Enpa si prendono ora del gruccione Piki

Un ospite variopinto e arrivato da lontano al Centro Recupero Animali Selvatici di Perugia dove è in cura un gruccione, uccello che nidifica in buona parte dell'Europa meridionale per poi svernare in alcune zone dell'Africa subsahariana.

IL GRUCCIONE PIKI - "Oggi vi presentiamo Piki - si legge sui profili social dell'Enpa - il nostro paziente gruccione. Per fortuna non presenta fratture ma è piuttosto deperito, probabilmente a seguito del lungo viaggio migratorio intrapreso per arrivare nella zona di nidificazione. La sua specie, infatti, arriva in Italia tra fine aprile e maggio per poi ripartire ad agosto verso le aree di svernamento africane. Piki deve solo rifocillarsi e a breve tornerà a volteggiare assieme ai suoi variopinti compagni".

CAPRIOLE 'CURIOSE' - Nei giorni scorsi invece gli operatori del Cras perugino hanno rimesso in libertà due capriole che erano rimaste intrappolate all'interno dei giardini di alcune ville nel quartiere di San Sisto: "Buona vita dolci e curiose amiche" il saluto social dell'Enpa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caprioli intrappolati a San Sisto e un ospite arrivato da lontano: c'è sempre lavoro al Cras di Perugia

PerugiaToday è in caricamento