social

Nuovo digitale terrestre, cambia tutto: il 90 per cento dei televisori è "da rottamare"

Un fondo di 100 milioni di euro in quattro anni, tra il 2019 e il 2022, è stato previsto per l'adeguamento degli apparecchi televisivi alle nuove frequenze del digitale terrestre. Il Governo prevede 100 milioni di incentivi che potrebbero coprire in tutto o in parte l'acquisto di decoder (dal costo minimo di 25 euro). La misura prevede che, a seguito dell'assegnazione di alcune frequenze attualmente utilizzate per il digitale terrestre alla trasmissione dati 5G, sia assegnato un contributo agli utenti finali per l'acquisto di televisiori in regola con il nuovo standard DVB-T2 che entrerà in vigore a metà 2022.

Riguarda il 90 per cento dei televisori 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo digitale terrestre, cambia tutto: il 90 per cento dei televisori è "da rottamare"

PerugiaToday è in caricamento