menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Stanza degli abbracci a Brugnato (credits Fb @Giovanni Toti)

Stanza degli abbracci a Brugnato (credits Fb @Giovanni Toti)

Giornata mondiale dell'abbraccio, quel gesto che ci manca tantissimo perché ci fa sentire amati

Il 21 Gennaio ricorre la giornata mondiale dell'abbraccio, ecco come hanno aggirato il problema della mancanza di contatto con i propri cari in alcune strutture ospedaliere e Rsa

Il 21 gennaio ricorre la Giornata Mondiale dell'Abbraccio, un gesto che nel 2020 abbiamo imparato ad apprezzare particolarmente proprio perché, a causa della terribile pandemia ancora in corso, ci è stato negato.

Questo semplice gesto della nostra affettività quotidiana, capace di sciogliere tensioni, infondere coraggio, coccolare e lasciarsi coccolare, è un modo profondamente umano di relazionarsi con gli altri: ecco perché ne sentiamo così forte la mancaza, una mancanza proprio fisica.

La ricorrenza di oggi riporta all'attenzione di tutti questo gesto così naturale e così indispensabile per la nostra felicità: in molte parti d'Italia, infatti, sono nate delle vere e proprie "stanze degli abbracci", per permettere soprattuto ai pazienti ricoverati nei reparti Covid o agli anziani nelle RSA, di poter finalmente riabbracciare i propri cari. Contando, tra l'altro, che l'abbraccio ha anche un forte effetto terapeutico!

Come funziona la "stanza degli abbracci"

Si tratta di una struttura gonfiabile, in materiale plasico trasparente e asettico, che prevede una doppia camera: da un lato si trova la persona ricoverata o comunque necessitata all'isolamento, dall'altro il parente o la persona cara che la viene a trovare. 

Ce ne sono vari modelli, già adottati appunto in molte realtà ospedaliere o di accoglienza per gli anziani: tutte però prevedono la possibilità di vedere, abbracciare attraverso il materiale pvc, accarezzare (sebbene sempre con il filtro del materiale isolante), la persone care. Naturalmente, per utilizzarle si dovranno comunque osservare tutte le norme di sicurezza e utilizzare i dispositivi richiesti; ma il risultato è garantito: commozione alle stelle!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento